Il Santo del giorno 23 febbraio

San Policarpo

Policarpo ebbe la grazia di essere convertito al Cristianesimo dagli Apostoli e in special modo da S. Giovanni Evangelista che lo ordinò vescovo della Chiesa di Smirne verso l'anno 96. Di lui si racconta qualche aneddoto come quando, ritornando da Roma, s'imbatté per caso nell'eretico Marcione che superbamente gli chiese: - Mi conosci tu? - Policarpo rispose: Si, in te riconosco il primogenito del diavolo.
In età avanzata visse le stragi di Nerone, la quarta persecuzione mossa da Marc'Antonio e da Lucio Aurelio. Fu condannato e condotto nell'anfiteatro, udì una voce che dal cielo diceva: «Coraggio, Policarpo, sii costante».
Il proconsole Quadrato cercò di farlo giurare per l’imperatore e bestemmiare il Cristo. Ma
Policarpo rispose fermo “Sono ottantasei anni che servo il mio Signore: Egli non mi a fatto alcun male, anzi, ogni giorno ho ricevuto nuove grazie: come dunque posso io dir male del mio Creatore, Benefattore e Conservatore? Come posso offendere il mio Salvatore, il mio Dio, che è il Supremo Giudice, che deve punire i malvagi e premiare i buoni?».
?
Gettò i bastoni ed entrò nel fuoco.
Rimasto illeso, venne poi decapitato.