COMUNE PROROGA CONTRATTO ATM FINO AL 31 OTTOBRE 2020

L’Amministrazione comunale venerdì 13 aprile ha deciso la proroga del contratto di servizio di trasporto pubblico e dei servizi complementari ad Atm fino al 31 ottobre 2020. La proroga del contratto di gestione riguarda i servizi di trasporto pubblico locale, i sistemi di pagamento per l’accesso ad Area C, le attività di manutenzione e gestione delle tecnologie e degli impianti del sistema integrato di controllo del traffico e del territorio, la sosta a pagamento, la rimozione e la custodia dei veicoli e il bike sharing a stallo fisso.

“Il trasporto pubblico è un fattore essenziale per la competitività e la qualità dell’aria che respiriamo - ha dichiarato Marco Granelli assessore alla Mobilità e Ambiente. - Favorire gli spostamenti dei cittadini minimizzando l’impatto sull’ambiente è nostro dovere e serve alla qualità della vita e allo sviluppo del tessuto imprenditoriale e commerciale non solo di Milano ma anche di un bacino che si allarga dalla città verso le province vicine, sulle grandi linee di flusso e per la mobilità nei quartieri. Per questo è strategico che la società del Tpl milanese sappia gestire e investire, faccia scelte di qualità, accessibilità, basse emissioni, in totale sintonia con le politiche di efficienza e a tutela dell’ambiente intraprese dal Comune”. Nella delibera approvata oggi dalla Giunta vengono esplicitate le principali ragioni di una scelta che va nella direzione di assicurare continuità a un servizio, quello del trasporto pubblico locale, prioritario per Milano e il suo bacino territoriale.

Al contratto di servizio per il Tpl si applica il regolamento della Comunità Europea secondo il quale a fronte di investimenti di importante entità il contratto di servizio può essere prorogato fino al 50% della sua durata. A questo proposito Atm Spa, subentrata per fusione ad Atm Servizi lo scorso 22 gennaio, ha quantificato gli investimenti in manutenzione straordinaria per le infrastrutture di rete di proprietà del Comune - armamenti, linee aeree, stazioni, gallerie metropolitane - e per il materiale rotabile - impianti di segnalamento, sale operative e sistemi tecnologici - per 759,8 milioni di euro.

Inoltre il nuovo quadro normativo stabilisce che le procedure per l’affidamento del servizio di trasporto pubblico locale siano attribuite alla neonata Agenzia di Bacino che ha avviato le proprie attività nel 2017 e, come emerge dal Documento di programma (Dup 2018) redatto lo scorso marzo, potrà perfezionare il nuovo affidamento non prima della metà del 2020 tenuto conto delle dimensioni del contratto di servizio e delle sue articolazioni.