RIAPERTURA NAVIGLI

In Sala Alessi incontro pubblico sui costi e i benefici dell'intervento, ultima tappa prima della pausa estiva

Si è tenuto martedì 24 luglio nella Sala Alessi di Palazzo Marino, un incontro riepilogativo nell’ambito del Dibattito pubblico promosso dal Comune di Milano sul Progetto Navigli.
Dopo l’evento introduttivo e cinque appuntamenti pubblici dedicati all’approfondimento delle singole tratte interessate dal progetto di riapertura, l’incontro di oggi si è concentrato sulla rendicontazione dei temi emersi e l’analisi dei costi e benefici attesi nel contesto metropolitano e lombardo. Sul palco si sono alternati Andrea Pillon, coordinatore del dibattito pubblico, con gli assessori del Comune di Milano Lorenzo Lipparini, Partecipazione, Cittadinanza attiva e Open data e Marco Granelli, Mobilità e Ambiente. Con loro Arianna Censi, vice sindaca della Città Metropolitana di Milano, Giuseppina Sordi, Direzione Mobilità Ambiente ed Energia del Comune di Milano e Roberto Zucchetti, di Gruppo Class  SpA, che ha curato la stesura del documento di analisi costi benefici dell’opera. Hanno concluso gli interventi i responsabili regionali e locali delle società che gestiscono le risorse idriche sul nostro territorio, Laura Burzillieri, direttore generale Consorzio di Bonifica Est Ticino Villoresi, Michele Falcone, direttore generale Cap Holding e Stefano Cetti, direttore generale MM Spa.
"Il percorso partecipativo che abbiamo intrapreso - ha commentato Lorenzo Lipparini - ha prodotto una risposta molto positiva sia in termini di quantità di persone raggiunte e contributi raccolti sia per la qualità delle osservazioni ascoltate e interamente rendicontate e consultabili sul sito. Si tratta di un patrimonio di conoscenza che sarà alla base delle valutazioni che saremo chiamati a compiere in autunno a partire dalla relazione conclusiva che verrà preparata dal coordinatore".
"I Navigli hanno una valenza fondamentale per Milano e questo progetto - ha dichiarato Marco Granelli assessore all'Ambiente e Mobilità -  valorizza un aspetto storico della città e mette in connessione spazi pedonali già esistenti come il Parco delle Basiliche o nascenti come la Ztl prevista in via Molino della Armi e piazza Vetra. La partecipazione appassionata di così tanti cittadini testimonia il grande interesse". 
Durante l’incontro sono state illustrate le attività svolte nel processo di ascolto e coinvolgimento della comunità locale, le principali questioni emerse nel corso del dibattito pubblico e sono stati approfonditi i temi legati alla sostenibilità dell’intervento, anche attraverso l’illustrazione dei benefici ambientali, del contesto degli interventi sulla mobilità e dei vantaggi idraulici che accompagnano lo studio di fattibilità disponibile online sul sitoprogettonavigli.comune.milano.it.Il dibattito pubblico è stata l’occasione per rendere noti i numeri del processo di partecipazione: 19 eventi totali, di cui 7 organizzati dal Comune e 12 da altre associazioni, che hanno visto oltre 2.500 persone coinvolte. A questi si sono aggiunti diversi incontri con le rappresentanze sociali, economiche e con le associazioni.

I social network hanno contribuito a diffondere informazioni e comunicazioni sugli incontri: sulla pagina istituzionale del Comune di Milano presente su Facebook si è raggiunta una copertura totale di più di 790mila persone, superando le 63mila interazioni. Il sito internet dedicatoprogettonavigli.comune.milano.it ha raggiunto 18.351 utenti, che hanno generato oltre 90.700 visualizzazioni di pagine. La pagina più vista, dopo la homepage, è stata quella con il calendario degli appuntamenti (7.391), mentre il tratto che ha destato maggior interesse è stato quello di Melchiorre Gioia, con 4.235 visualizzazioni alla pagina di progetto e 3.507 per la pagina dedicata all’incontro specifico. Ad oggi, infine, sul sito sono stati raccolti 22 quaderni degli attori. La restituzione dei risultati degli incontri pubblici è prevista nel mese di settembre.