VIALE FAMAGOSTA, INCIDENTE CON OMISSIONE DI SOCCORSO

L’autista rintracciato e denunciato poche ore dopo
Il gemello aveva provato e prendersi la colpa

Gli agenti della Squadra interventi speciali della Polizia Locale, sotto la direzione del comandante Marco Ciacci, hanno impiegato solo poche ore per rintracciare e denunciare per omissione di soccorso un automobilista che, dopo aver causato un incidente in viale Famagosta, è fuggito. Lo scontro è avvenuto questa notte alle 4.15 all’incrocio tra viale Famagosta e via Lope de Vega per una mancata precedenza. Tre i veicoli coinvolti, due dei quali hanno preso fuoco. Il responsabile dello scontro è fuggito, lasciando sul posto quattro feriti, due trasportati all’ospedale in codice giallo e due in codice verde.

Mentre gli agenti del Nucleo Radiomobile stanno effettuando i rilievi dell’incidente, si presentano sul posto la proprietaria dell’auto insieme a un uomo che dichiara di essere stato al volante al momento dell’impatto. La Squadra interventi speciali, attraverso testimonianze e telecamere, ricostruisce la dinamica ma non trova riscontri in quanto l’uomo non presenta le ferite che, secondo i testimoni, l’omissore aveva riportato. Alla fine l’uomo e la donna confessano il favoreggiamento in favore del fratello gemello del finto conducente che viene rintracciato nella sua casa la mattina del 23 marzo alle 8. L’uomo, italiano, che presenta ferite compatibili con il sinistro e tracce di sangue sugli abiti, è stato denunciato a piede libero per omissione di soccorso. Il fratello e la proprietaria dell’auto sono stati invece denunciati per autocalunnia e favoreggiamento. La carreggiata centrale di viale Famagosta, rimasta chiusa per la rimozione dei veicoli e i lavori di ripristino del manto stradale, è stata riaperta poco dopo le 10.

“Ancora una volta e in pochissimo tempo - ha commentato la vicesindaco Anna Scavuzzo - le capacità degli agenti della Polizia Locale hanno permesso di rintracciare l’uomo, e questo nonostante il tentativo del fratello di addossarsi la responsabilità. Fermarsi e mettersi a disposizione per prestare soccorso è sempre la scelta giusta. E come dimostrano i fatti, per quelli che invece fuggono, l’azione del nucleo preposto a rintracciare chi scappa ha una percentuale di successi davvero notevole”.

U.S.C.M.