Amin Gulgee 7.7 - MATTATOIO

L’artista pachistano di fama internazionale Amin Gulgee presenta alMattatoio la mostra “7.7” curata da Paolo De Grandis e Claudio Crescentini e co-curata da Carlotta Scarpa.

A cura di Paolo De Grandis e Claudio Crescentini Co-curato da Carlotta Scarpa
 

 Anteprima per la stampa: Mercoledì 25 luglio alle ore 12.00
Inaugurazione con performance: Mercoledì 25 luglio alle ore 18.30

 
Promossa da Roma Capitale – Assessorato alla Crescita Culturale e Azienda Speciale Palaexpo, l’esposizione è organizzata in collaborazione con PDG Arte Communications l’Ambasciata della Repubblica del Pakistan in Italia.
Amin Gulgee è un innovatore della tradizione, il suo medium è il metallo e trae ispirazione dalla ricca e variegata storia artistica e spirituale del suo paese nativo, il Pakistan.
Il suo percorso espressivo, legato alla mitologia indù, alle figure di pensiero buddiste e alla calligrafia islamica, si è sviluppato negli anni attraverso la scultura e le installazioni. Il rame, quale materia eletta, si offre all’artista come mezzo di espressione volto alla sintesi calligrafica e a nuovi esprimenti segnici come in occasione di “7.7” dove gli spazi de La Pelanda ospitano due grandi installazioni che si sviluppano per contrasto attraverso il pieno ed il vuoto, la luce e l’ombra fino alla sintesi di una video installazione. Il rame, il carbone e la proiezione di un algoritmo diventano così la testimonianza di un percorso simbolico di cambiamento, riflessione personale e universale insieme, un cammino scandito nel recupero della tradizione verso il futuro.


Mattatoio – La Pelanda
Piazza Orazio Giustiniani, 4 – Roma
26 luglio – 26 agosto 2018