LETTERE AL DIRETTORE

Una lettera di una lettrice al nostro direttore che ha prontamente dato una risposta.

Egregio direttore,

leggo sempre con

interesse il vostro giornale. Il piccolo ex

ospedale Bassi è da anni in uno stato di

abbandono vergognoso. È stato più

volte rifugio di sbandati e di volta in

volta sono state murate porte e finestre.

Le palazzine che costituiscono il

complesso, sono invase dall’erbaccia (e

chissà quanti e quali animali) e si

stanno sgretolando fra l’indifferenza di

tutti. Anni fa - sponsorizzate da una

banca - solo due o tre palazzine erano

state recuperate, mostrando tutta la loro

bellezza armonica. Oltre tutto il

complesso è situato nel centro di un

piccolo parco giardino. Perché il

Comune di Milano si disinterssa

totalmente? Opportunamente

recuperato potrebbe essere adibito a

centro sociale, biblioteca, punto di

incontro per la zona e la città. Si può

fare qualcosa? Perché il Comune vuole

sempre costruire e mai recuperare le

periferie della città sempre abbandonate

al degrado? Sarebbe un vero peccato

se, come spesso succede, venisse

demolito il tutto per fare posto al solito

palazzone abitativo

Grazie 
Rita Dolce

La risposta del direttore

Gentile sigora Rita Dolce,
la sua lettera, purtroppo, inserisce nella mia anima una spina dolente avevamo fatto alla fine degli anni ’70 un progetto per l’ex ospedale Bassi che prevedeva una risoluzione complessiva della struttura, con programmate non solo le cose da Lei suggerite, ma anche altre realizzazioni.
Purtroppo Forze politiche prima e poi il passaggio alla Usl del complesso hanno determinato questo 
impressionante degrado. A dicembre chiederò un incontro con il presidente del Municipio 9 e se riuscirò anche con l’assessore del Comune sul decentramento
Cordiali saluti
Enzo De Bernardis