Al via a Milano terzo festival dei beni confiscati alle mafie

Assessore Majorino: Nella città che si prepara ad accogliere Expo 2015 quaranta eventi per parlare di legalità.

Uno sguardo sulla città che si prepara ad accogliere Expo 2015 mostrando un nuovo volto, anche riguardo alla cultura della legalità. 
È questo il tema del Terzo festival dei beni confiscati alle mafie che si svolgerà a Milano da giovedì 6 a domenica 9 novembre. In programma quaranta eventi, tra spettacoli, letture teatrali, dibattiti, proiezioni di docufilm e intrattenimenti per i bambini che avranno luogo all’interno delle strutture confiscate alla mafie ora assegnate dal Comune di Milano a enti e associazioni per finalità sociali.

Al Festival parteciperà Libera che, come nelle precedenti edizioni, accompagnerà i cittadini alla scoperta dei beni e delle loro storie. 
Il Festival dei beni confiscati – spiega l’assessore alle Politiche sociali, Pierfrancesco Majorino – è per noi un appuntamento ormai fisso per discutere di legalità e diffondere, attraverso numerosi eventi culturali, il messaggio che Milano, città purtroppo non immune alle mafie, non si piega ma rafforza la sua lotta attraverso centinaia di attività oggi presenti in appartamenti, negozi e complessi immobiliari tolti alla criminalità organizzata. 

Quest’anno il Festival sarà dedicato alla città che si prepara ad accogliere Expo 2015, una manifestazione che coinvolgerà tutto il Paese e che proprio nella difesa e nel ripristino della legalità sta costruendo il suo successo. Numerose le iniziative proposte dalla quattro giorni di Festival tra cui: l’inaugurazione della Casa della legalità con don Luigi Ciotti, presidente di Libera, Nando Dalla Chiesa e il rettore dell’Università statale, Gianluca Vago; la Festa della legalità  con la presentazione dei progetti degli studenti del Politecnico per la realizzazione del Pensionato sociale e a seguire l’incontro con Pif (Pierfrancesco Diliberto) e Walter Veltroni e la proiezione del docufilm “Quando c’era Berlinguer”; infine l’incontro per discutere di gioco d’azzardo patologico con la proiezione del documentario “Rifiutati dalla sorte e dagli uomini” di Vieri Brini e di Emanuele Policante.

Inoltre i cittadini potranno conoscere il Social Market di via Leoncavallo 12, negozio solidale dove le famiglie in difficoltà seguite dai servizi sociali possono fare la spesa a prezzi calmierati.