Caravaggio Oltre la tela alla Permanente

Caravaggio_034

Dopo lo straordinario successo della mostra Dentro Caravaggio, al Museo della Permanente, dal 6 ottobre è aperta La mostra immersiva, Caravaggio. Oltre la tela un'esperienza multimediale originale e inedita. Presentata da Mondo Mostre Skira, è una sorta di racconto complementare della grande esposizione che l’ha preceduta.

Due sono le direttrici di questo nuovo progetto - ha affermato Rossella Vodret, curatrice della mostra - una maggiore conoscenza dell'uomo e un approfondimento di suoi capolavori che non è stato possibile esporre in Dentro Caravaggio. La chiave di lettura è il "Caravaggio nascosto", sia attraverso episodi inediti o poco noti legati alla sfera intima della sua travagliata esistenza, sia grazie a una particolare visione di suoi capolavori.

Il progetto nasce infatti dall’impossibilità di mostrare dal vivo capolavori inamovibili, ma fondamentali per capire il genio del Merisi, come i quadri a San Luigi dei Francesi o quelli a Santa Maria del Popolo, così come le opere del Louvre, troppo fragili, o la scandalosa Morte della Vergine, e ancora il dipinto murale del Gabinetto Alchemico del casino Ludovisi o la Decollazione del Battista conservata a Malta, e tanti altri.

La mostra, attraverso l’uso di sofisticate tecnologie, accompagna il visitatore in un percorso che, pur basato su informazioni scientifiche, emoziona, coinvolge, e lo sorprende anche, rendendolo parte integrante della storia umana e artistica nella quale è egli stesso immerso. Con un sistema di multi-proiezione a grandissime dimensioni e di analisi delle tele, la mostra entra nelle opere più famose, il “video mapping”, rivela come le ha inizialmente concepite l’artista. Nei 45 minuti di percorso, grazie alla tecnologia bineurale, i visitatori, dotati di cuffie speciali, si immergono in un'alternanza di immagini ispirate alla storia dell’artista e girate per la mostra, di effetti speciali, di capolavori.

Fedele alla cronologia, Caravaggio. Oltre la tela, è suddiviso, come in una narrazione teatrale, in quattro atti e illustra oltre cinquanta opere di Caravaggio.

Per la mostra, prodotta da Experience Exhibitions, un team di giovani sceneggiatori, cineasti, video artisti, scenografi, doppiatori, ha elaborato, con la consulenza scientifica di Rossella Vodret, un nuovo formato di esposizione immersiva, che, sfruttando le tecnologie più recenti, offre non una semplice presentazione bensì una divulgazione scientifica interessante. Un'esperienza unica per conoscere il pittore che, con la sua spietata rappresentazione della realtà, ha rivoluzionato in pochi anni la storia dell’arte. Fino al 27 gennaio.

Grazia De Benedetti