GRANDE SUCCESSO DELLA BIT

Sono oltre 1.300 gli espositori presenti, dei quali 240 internazionali da 72 Paesi (+34% rispetto al 2017)

Grande folla già nella giornata d'apertura a Fieramilanocity della Bit, la Borsa Internazionale del Turismo. La manifestazione resterà aperta, ma solo per gli operatori, fino a martedì 13. Sono tornate in forza le Regioni italiane e sono presenti quasi tutti i paesi del mondo. Numerosi i convegni e le iniziative collaterali durante i tre giorni della rassegna.

L'alimentare è la principale voce del budget delle vacanze che ha superato persino quella dell'alloggio e complessivamente si stima che, tra il consumo di pasti nella ristorazione (14 miliardi) e l'acquisto di prodotti alimentari nei negozi e nei mercati (12 miliardi), i turisti italiani e stranieri spendono per cibo e bevande - sottolinea la Coldiretti - circa 26 miliardi di euro su un totale di 75 miliardi del fatturato turistico complessivo annuale. Dopo cibo, cultura, moda e design anche la salute potrebbe diventare uno dei motivi per mettere al primo posto l'Italia come destinazione di un viaggio. Il turismo cosiddetto 'medicale', settore ancora poco conosciuto, muove infatti fino a 14 milioni di persone, età tra i 45 e i 64, ogni anno nel mondo. Il 70% lo fa per cure estetiche, riabilitative, per migliorare il proprio stato psicofisico, ad esempio con un soggiorno alle terme. Su questo nuovo aspetto del turismo, la Bit ha dedicato uno dei primi convegni, organizzato da Intercare, la prima Fiera e Congresso Internazionale di Turismo Medicale, dal titolo 'Turismo Medicale: una risorsa strategica per il sistema turistico e sanitario italiano'.

La Bit resta aperta fino al 13 febbraio.