Hemingway, il Nobel nella laguna di Caorle

A Caorle, dal 16 al 22 luglio si terrà il Festival “Hemingway, il Nobel nella laguna di Caorle”, il media event dedicato a Ernest Hemingway alla IV edizione.

Ernest Hemingway fu ospite per lunghi anni nella laguna di Caorle, un paradiso da lui descritto nel libro “Di là del fiume e tra gli alberi”. La data ricorda la nascita dello scrittore il 21 luglio 1899. Decine di conferenze, presentazioni di libri, workshop, mostre, escursioni, documentari con ospiti da 80 paesi del mondo daranno vita ai 6 giorni del Festival. Tra gli argomenti ci sarà il ferimento di Hemingway a Fossalta di Piave, la prigionia di Aldo Moro, la guerra in Siria, lo scandalo Panama Papers, le crisi umanitarie e l’America di Donald Trump. Si andrà alla scoperta dei luoghi tanto amati da Hemingway e verrà premiato l’aspirante giornalista con l’assegnazione del premio Papa. Si potrà ammirare la famosa penna stilografica dello scrittore americano e una scultura raffigurante il suo volto. La Grande Guerra aveva visto Hemingway giovane volontario della Croce Rossa Americana, che con le sue frequenti visite alla laguna di Caorle, la ha descritta nelle pagine incantate del romanzo “Di là del fiume e tra gli Alberi”, pubblicato in Italia nel 1965.  Fra i tanti giornalisti e docenti  che animeranno le conferenze, ci sarà la giornalista siriana Asmae Dachen che presenterà il suo ultimo romanzo Il silenzio del mare. Cesare La Mantia, docente del dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Trieste, parlerà di Visegrad: il blocco sovranista che condiziona l’Europa.  Padre Enzo Fortunato, direttore della sala stampa del Convento di Assisi, presenterà il suo libro Francesco il ribelle.  Verranno affrontati con la Papa Journalism School, gli ambiti etici e deontologici della professione giornalistica, come il percorso della notizia attraverso la gerarchia delle fonti, nelle diverse forme di cronaca, inchiesta, reportage .

Collegarsi al sito www.premiopapa.it per avere il programma completo del Festival.