DOPO 70 ANNI LA “FRECCIA ROSSA” TORNA A MILANO CON LA 1000 MIGLIA

Era il lontano 1948, ben 70 anni fa, quando la Freccia Rossa attraversava il suolo meneghino. E proprio da qui prese il via, questa avventura entrata nella leggenda. L’idea della lunghezza del percorso era di un tracciato che misurasse 1600 chilometri, cioè 1000 miglia e Franco Mazzotti, uno dei fondatori, gli altri erano Aymo Maggi e Renzo Castagneto, pensò di battezzarla “Coppa delle 1000 Miglia”. Ma fu proprio nella location della Galleria, al Biffi dove i tre amici si trovavano , insieme a Giovanni Canestrini, giornalista responsabile dei motori per la Gazzetta dello Sport, che decisero di “creare qualcosa di assolutamente nuovo e sensazionale, per scuotere il mondo dell’automobilismo dal torpore e ricordare le nostre tradizioni sportive”. Tutto questo è entrato nella storia. E dopo tutti questi anni ecco la prestigiosa novità della trentaseiesima rievocazione della gara di velocità disputata tra il 1927 e il 1957.

Il passaggio a Milano, sotto la Madonnina, per la prima volta nell’edizione 2018, del “museo viaggiante unico al mondo” come lo definì Enzo Ferrari, con il suo patrimonio di arte, design, storia e tecnologia, avverrà nella mattinata di sabato 19 maggio, durante l’ultima tappa, Parma-Brescia. Qui ci sarà il C.O. , Controllo del Timbro in Piazza del Duomo e il pubblico potrà ammirare alcuni gioielli della storia dell’automobilismo. “Milano e piazza del Duomo - ha spiegato il sindaco Giuseppe Sala durante la presentazione della manifestazione - sono il luogo perfetto per dare alla 1000 miglia la visibilità che merita. Il 19 maggio, quando la Freccia Rossa sfilerà sotto la Madonnina, sarà un'occasione unica per vivere la straordinaria emozione di questa corsa senza tempo che venne ideata proprio a Milano. Sono certo, infatti, che i veicoli storici che prenderanno parte alla manifestazione sapranno coinvolgere con la loro bellezza, il loro design, i loro colori e il rombo dei loro motori appassionati delle quattroruote e non solo. Milano è lieta di accogliere partecipanti e spettatori della 'corsa più bella del mondo': bentornata a casa 1000 miglia".

Le tappe della 1000 Miglia 2018 saranno quattro, da Brescia a Roma e ritorno e si svolgeranno lungo i 1.743 chilometri di strade italiane dalla suggestiva bellezza paesaggistica e artistica: da Brescia a Cervia-Milano Marittima, da Cervia-Milano Marittima a Roma, da Roma a Parma e da Parma a Brescia. Saranno 112 le prove cronometrate e 6 le prove di media oraria. Le vetture partecipanti sono state selezionate sulle 725 iscrizioni provenienti da 44 Paesi distribuiti in tutti i 5 continenti. Gli equipaggi accettati, che parteciperanno alla 1000 miglia 2018, saranno 450, per un totale di 900 persone, originari di 34 diversi Paesi, di tutti i continenti. Il Paese più rappresentato è l’Italia con 285 accettati, vale a dire il 28% del totale.

Secondo l'Amministratore delegato 1000 miglia Alberto Piantoni “Milano condivide nel suo patrimonio genetico molte analogie con il DNA di 1000 miglia. Una città contemporanea e cosmopolita, che non teme di attraversare il futuro senza disperdere la consapevolezza del proprio passato, che ha radici profondamente salde. Hub del design e della moda, è la città catalizzatrice delle migliori espressioni del Made in Italy che dialoga con il mondo per ammaliarlo e contaminarlo. Il passaggio della 1000 miglia 2018 è un evento unico”.

In particolare sarà questo il percorso della 1000 Miglia a Milano: Provenienza dal raccordo Autostrada del Sole, via Giovanni Battista Cassinis, via Carlo Marocchetti, piazzale Luigi Emanuele Corvetto, corso Lodi, piazzale Lodi, corso Lodi, porta Romana, corso di Porta Romana, piazza Giuseppe Missori, via Giuseppe Mazzini, piazza del Duomo (Controllo timbro): Mercedes-Benz Challenge e Ferrari Tribute dalle ore 9:00; auto 1000 miglia dalle 10:15 alle 13:30, via Giuseppe Mengoni, via Santa Margherita, piazza della Scala, via Alessandro Manzoni, piazza Cavour, via Filippo Turati, piazza della Repubblica, via Monte Santo, piazzale Principessa Clotilde, bastioni di Porta Nuova, piazza 25 Aprile, via Francesco Crispi, bastioni di Porta Volta, piazzale Biancamano, viale Elvezia, viale Giulio Douhet, viale Francesco Melzi d'Eril, corso Sempione, piazza Firenze, viale Certosa, piazzale Francesco Accursio, viale Certosa, controviale viale Certosa, piazzale ai Laghi, via del Ghisallo, via Bressanone, via Gallarate verso Arese.

Manuelita Lupo