LE TORCE DI AGNONE ILLUMINANO IL PORTO DI MILANO

Sabato 26 settembre alle 20,30 le sponde della Darsena saranno il palcoscenico della ‘Ndocciata di Agnone.

Cinquecento fiaccole infuocate trasportate da 135 ndocciatori, suddivisi in cinque gruppi in rappresentanza delle cinque contrade, illumineranno il cielo milanese sfilando lungo le sponde del porto della città. La Darsena contribuirà a rendere ancora più unica e irripetibile l’esperienza meneghina della ‘Ndocciata.
Il Giorno Del Fuoco, la ‘Ndocciata’,  è uno degli eventi più attesi nel contesto di Expo e sancisce la salda amicizia che ci lega agli amici molisani – ha dichiarato l’assessore Franco D’Alfonso –. Il Comune di Milano si è adoperato per fare in modo che l’evento sia memorabile per il pubblico milanese e per i tantissimi turisti presenti in città. Per collegarsi all’alimentazione, tema di Expo, parteciperanno alla manifestazione anche i migliori produttori molisani che presenteranno e faranno degustare le eccellenze della cucina regionale.
La manifestazione, che rientra nel più ampio programma di appuntamenti di ExpoinCittà, si fregia del titolo di “Ambasciatrice d’Italia nel mondo dal Ministero del Turismo” ed è realizzata grazie al patrocinio e all’impegno della Regione Molise, di Union Camere e del Comune di Milano.
A dare il via all sfilata di torce infuocate sarà il primo rintocco della  “Campana di Expo”: un’opera d’arte, di 850 kg in bronzo, realizzata dal laboratorio della Pontificia Fonderia Marinelli di Agnone. La “Campana di Expo” verrà donata alla città di Milano quale simbolo di gemellaggio tra i due Comuni. 
Per conservare la memoria dell’evento e dell’Esposizione Universale la “Campana di Expo” troverà la sua collocazione definitiva all’interno del Cimitero Monumentale o presso il Sacrario dei Caduti Milanesi in piazza Sant’Ambrogio.
Nei giorni immediatamente antecedenti e successivi  alla ‘Ndocciata, il 25, 26 e 27 settembre, in piazza XXIV Maggio sarà allestito uno spazio espositivo per la degustazione e la vendita dei prodotti tipici molisani.