Milano Unica, XIX Edizione

Il Salone italiano del tessile di qualità aprirà il prossimo 9 settembre, per la tre giorni dedicata alle collezioni tessili-accessori A/I 2015-16 di 411 espositori di cui 74 stranieri.

Tante le novità proposte da questa XIX edizione che spaziano dagli eventi, al nuovo momento espositivo dedicato al Denim, alla presenza di Osservatorio Giappone sino alla sinergia con Lineapelle che è tornata a Milano dopo molti anni.

Le sinergie create quest’anno da Milano Unica con Lineapelle e Pitti Immagine permettono di valorizzare al meglio sul mercato nazionale e internazionale la filiera produttiva italiana che con il suo mix di sapienza artigiana e estrema attenzione alla qualità costituiscono il vero plus del Made in Italy tanto apprezzato nel mondo.

Come Amministrazione - ha dichiarato l’assessora Cristina Tajani - siamo impegnati da tempo nel promuovere la cooperazione tra il settore pubblico e gli operatori del Made in Italy al fine di valorizzare la competitività dell’intero comparto moda nell’interesse della città e del Paese. Questo sforzo congiunto sta producendo risultati positivi che consentiranno alla città di Milano di presentarsi come la migliore vetrina del Made in Italy durante l’anno di Expo.  

In quest’anno di crisi il settore tessile ha reagito innovando e investendo, riuscendo così a limitare le perdite di fatturato complessivo e ad aumentare in maniera significativa il valore totale delle esportazioni.  Esportazioni che sono complessivamente cresciute del 6%, con l’Europa che fa segnare un +10,4%, mentre l’export verso i Paesi extra UE si attesta sull’1,1%. Un dato frutto della crescita di tutti i comparti merceologici che compongono la tessitura italiana, ad eccezione dei tessuti di cotone  -(1,0%).

G.C.