Natale, gli eventi milanesi

Tradizione e innovazione. Un presepe creato per la città, 200 strade illuminate, la pista di pattinaggio più lunga del nord Italia. Tutti gli appuntamenti all'indirizzo www.comune.milano.it/natalemilano.

Dal centro ai quartieri periferici, il Natale meneghino sarà ricco di appuntamenti in grado di offrire ogni giorno occasioni diverse: dalla cultura all’intrattenimento, dalla musica al cibo. Appuntamenti per tutti, milanesi e turisti, grandi e piccini. Le iniziative sono consultabili sul sito del Comune di Milano, alla pagina www.comune.milano.it/natalemilano.
A PALAZZO MARINO - Dal 6 dicembre all’8 gennaio “La Madonna della Misericordia” del maestro del Rinascimento Piero Della Francesca, si offrirà ai visitatori in un allestimento speciale. Il percorso natalizio parte idealmente dalla ‘casa dei milanesi’ che anche quest’anno apre le porte per ospitare un’importante opera d’arte.
Sempre a Palazzo Marino sarà ospitato nel cortile d’onore - grazie alla disponibilità dell’Agenzia di Promozione territoriale della Basilicata - il prestigioso Presepe monumentale dei Sassi di Matera, appositamente creato per Milano. Un’opera dell’artista lucano di fama internazionale, Francesco Artese che solo l’anno scorso aveva conquistato New York e ha esposto anche a Washington, Roma, Monaco, Varsavia, Parigi, Lubiana, Helsinki, Dublino, Assisi e Betlemme.
IN PIAZZA DUOMO E NELLA GALLERIA VITTORIO EMANUELE II - Il 7 dicembre, alle ore 16,30, come da tradizione, le voci di 50 bambini del Piccolo coro dell’Antoniano e quella di Bianca Atzei, accompagneranno l'accensione dell’Albero realizzato da Pandora. Si illuminerà tutti i giorni dalle ore 12 alle 24 e per tutta la durata delle notti del 24 e del 31 dicembre. Sono 54 mila i punti led che animeranno il grande abete rosso proveniente dal Comune di Mel (Belluno) e che sarà al centro del programma di charity che Pandora realizza in collaborazione con Caf Onlus e che si trasformerà, al termine delle festività, in arredi per la città.
Come da tradizione, si affacceranno dalle finestre su piazza Duomo i musicisti del Calendario musicale dell’Avvento che fra le 18 e le 18,30 ogni giorno, a partire dal 1° dicembre, scandiranno in note il conto alla rovescia fino al 25 dicembre. L’evento è offerto dall’Ente nazionale Austriaco per il turismo in collaborazione con il Comune di Milano. I musicisti provengono dall’orchestra filarmonica Italiana e dall’Associazione Song Onlus.
Anche quest'anno, sarà Swarovski ad accendere di cristalli scintillanti l’Albero di Natale già visibile all’Ottagono e a far brillare la suggestiva volta che sarà rinnovata e illuminata di bianco.
LE LUMINARIE DELLA CITTÀ - Saranno 200 le strade cittadine (50 vie in più rispetto all’anno scorso) illuminate grazie alla collaborazione tra Comune, Confcommercio, Associazioni di via, sponsor e laboratori di quartiere (da Baggio a Gratosoglio, da Ponte Lambro a Calvairate passando per Corvetto, piazzale Martini e piazza Selinunte sino a via Polesine e al quartiere Mazzini), per un totale di circa 40 km di cui 25 da parte delle Associazioni di Via, 10 da parte degli sponsor e circa 5 km realizzati da MM Spa per valorizzare le vie nei pressi dei cantieri M4.
Sono tante le aziende private che hanno contribuito ad abbellire Milano: le profumerie Limoni in Corso Buenos Aires, Liu Jo ai Caselli di Porta Venezia, Baci Perugina colorerà via Torino, Lancia Y corso Como, le fragranze di Paco Rabanne via Dante e via Mercanti, Discovery Channel via Volta. Sempre più significativo il contributo delle Associazioni di via: erano 19 nel 2015, oggi sono 25 quelle che hanno chiesto di accedere al contributo da 5mila euro messo a disposizione dall’Amministrazione per allestire le luminarie in città. Una menzione particolare per gli studenti dell’istituto IIS G. Galilei-R. Luxemburg che daranno vita a "Ars et Lux agli Olmi", un progetto che prevede la realizzazione di luminarie del tutto originali e legate a opere d’arte di famosi artisti moderni e contemporanei, da Keith Haring a Salvador Dalì a Renè Magritte. Luci anche su Piazza della Scala che - grazie a Trussardi - sarà al centro di un progetto di illuminazione scenografica in grado di valorizzare gli elementi architettonici dei palazzi attraverso anche musica e immagini in movimento.
Davide Lorenzano