“Nutrire il pianeta” e “Dissetare il mondo”

3° Festival dell’Acqua a Milano - 5/9 Ottobre 2015

Expo ha riattivato il dinamismo intellettivo degli italici. 
Il tema “Nutrire il pianeta” ha alimentato migliaia di manifestazioni a Milano. Tutte si ricollegano a questo tema.
L’acqua, nella vita del pianeta è senza dubbio un elemento indispensabile. Per questo, nel 2012, Federutily, oggi Utilitalia, firmò un accordo con Expo S.p.a., per realizzare il Festival dell’Acqua a Milano nell’anno di Expo.
L’obiettivo del festival è di sviluppare e approfondire la riflessione mondiale sullo stato della sete nel pianeta, sulla salute delle sue risorse idriche e sulla sua utilizzazione.  Il Comune di Milano in collaborazione con Water Design e Utilitalia, organizza nei cortili del Castello Sforzesco - Cortile della Rocchetta e Corte Ducale - il 3° Festival dell’Acqua dal 5 al 9 ottobre prossimo. Nei cortili del Castello e in città si svolgerà il grande racconto dell’acqua. Nel programma si prevedono conferenze, dibattiti.  In sinergia con le 500 aziende che si occupano dell’acqua, Water Design presenterà le installazioni progettate da Antonio Citterio e Patricia Viel,  Ferruccio Laviani, Piero Lissoni, Patricia Urquiola.  Il progettista del Verde, Stefano Baccari parlerà del ruolo dell’acqua nello sviluppo della città di Milano.
L’assessore Cristina Tajani, nel suo intervento, alla presentazione della manifestazione, ha detto: con Water Design, alla sua quinta edizione, al Castello Sforzesco, Milano celebra il legame con l’acqua tra creatività e innovazione. Sarà un appuntamento che permetterà a tutti i cittadini di riscoprire, nel segno dell’acqua, l’innovazione e la creatività. In questi giorni che, partendo dal Castello sino agli showroom coinvolti, illustreranno linguaggi e pensieri creativi capaci di trasformarsi in prodotti e nuovi brand, unendo ricerca, qualità, innovazione e tradizione. Sarà un’occasione che conferma come sia viva negli operatori di tutto il mondo la voglia di scegliere Milano, quale miglior vetrina per presentare le proprie creazioni e intuizioni.
Sappiamo che ci sono già diverse aree del pianeta desertificate, perché prive d’acqua e anche diverse aree urbane che hanno problemi di approvvigionamento. Questo problema esiste anche nel nostro Paese. Sebbene sia stato trattato sulla stampa, non sembra che venga affrontato con attenzione dai politici. Molti cittadini se ne accorgono solo quando sono toccati direttamente. C’è incuria come in tante altre problematiche. Ebbene Il Festival dell’Acqua si propone di approfondire la gestione delle risorse idriche da un punto di vista tecnico e gestionale. Vuole far conoscere ai cittadini le migliori pratiche industriali e per regolare l’utilizzo della risorsa acqua.  Si affronteranno tematiche nazionali e internazionali. Si esamineranno soluzioni tecnologiche e di riduzione dell’impatto ambientale. Si approfondiranno gl’indirizzi assunti dalla nuova Commissione Europea. 
L’idea di realizzarlo a Milano è senz’altro appropriata. “L’acqua è il principio di tutte le cose”. Citando Talete, Giulio Giorello, filosofo della scienza introdurrà la sua narrazione sui miti fondanti delle origini a cui il pensiero filosofico e scientifico occidentale si abbevera. 
Nicola Di Biase