#PARITÀDIGENERE, Mettiamoci la faccia!

Presentato il palinsesto degli eventi. “Tutti in campo con le donne”

In occasione dell'8 marzo, il Comune di Milano promuove mostre, spettacoli, convegni e manifestazioni in tutta la città, per difendere e celebrare i diritti delle donne. L'iniziativa dal titolo “#PARITÀDIGENERE, Mettiamoci la faccia!” cui campagna di comunicazione iniziata il primo marzo, è stata presentata lunedì 27 febbraio dal Sindaco di Milano Giuseppe Sala e dalla delegata per le Pari opportunità Daria Colombo.
Su manifesti, locandine e cartoline i volti dei testimonial: il portiere del Milan Gianluigi Donnarumma, il centrocampista dell'Inter Roberto Gagliardini e lo stesso sindaco di Milano Sala. L'invito a "mettere la faccia" è rivolto a tutti i cittadini, anche sui social network. Sarà infatti possibile utilizzare l'hashtag pertinente o inserire una cornice dedicata sulla propria immagine di profilo Facebook grazie a un'applicazione online gratuita. Ma non solo social, diffuso anche un breve video dal titolo "Le idee sbagliate crescono con loro" dell'associazione “Farexbene Onlus” sull'importanza e il ruolo strategico dell'educazione al rispetto e alla parità di genere nella crescita dei più piccoli, uomini e donne di domani.
La battaglia per la parità di genere appartiene a tutti, non solo al mondo femminile – ha dichiarato il sindaco di Milano Giuseppe Sala – anzi, noi uomini dobbiamo essere i primi a comprenderne il valore, schierarci con le donne e impedire qualsiasi forma di violenza fisica, psicologica o culturale che le coinvolga. Gli appuntamenti in calendario, ognuno con la sua specificità, si muovono proprio in questa direzione.
Ricco il palinsesto degli eventi che la cui organizzazione ha coinvolto i Municipi cittadini e numerose associazioni. L'8 marzo, dalle ore 9 elle 19 circa, con l'iniziativa "Pagina bianca" realizzata dall'associazione Farexbene, Piazza del Duomo sarà coperta da un immenso telo per consentire a chiunque di lasciare la propria testimonianza sulla parità di genere e contro la violenza; Alle ore 15.30, la presentazione del libro “100 donne contro gli stereotipi per la scienza” curato da Giovanna Pezzuoli e Luisella Seveso, presso la sede della Fondazione Bracco in via Cino del Duca, 8; Alle ore 17 l'appuntamento a ingresso libero “Ritratto di Donna, compositrici da (ri)scoprire” presso il Museo del Novecento (Sala Arte Povera) in via Marconi, 1; Alle ore 20.30 lo spettacolo teatrale con accompagnamento musicale “Pensavo di vestirmi da uomo” con la partecipazione di Lucia Vasini presso Palazzo Marino (Sala Alessi); Dalle 15 alle 17.30, la performance artistica "Mandala di sale", realizzato da Casa delle Donne, in collaborazione con l'Accademia delle Belle Arti di Brera e Artémix,in occasione della manifestazione nazionale “Non una di meno”, contro le violenze di genere e il femminicidio, presso il luogo simbolo di Milano: l'ottagono di Galleria Vittorio Emanuele II; Infine, dall'8 al 22 marzo, a ingresso gratuito, “Donne spezzate”: mostra delle opere di Anna Santinello presso Palazzo Marino (Cortile e Sala Tempera).
Vogliamo che la festa della donna non sia solo una giornata dedicata a iniziative che si esauriscano nell'arco di 24 ore – ha spiegato Daria Colombo –, ma diventi un insieme di attività e ‘buone prassi' capaci di segnare l'intero anno e l'azione di tutta la consiliatura.
Milano – ha aggiunto il Sindaco - è la prima città italiana per occupazione femminile: circa il 65% delle donne milanesi tra i 20 e i 64 anni lavora, contro il 47,2% della media nazionale e il 60,4% di quella europea. Anche per questo motivo, vogliamo che il nostro messaggio diventi virale e che da Milano parta un'onda positiva, un movimento per la parità di genere e in difesa dei diritti delle donne. La nostra intende essere una vera e propria ‘call to action'. Ecco perché ho deciso di metterci la faccia, nel vero senso della parola.
Davide Lorenzano