PRESEPI DA RI-SCOPRIRE

A Milano, nel Convento dei Cappuccini Missionari dove si realizzano i più bei Presepi che vediamo poi esposti in tutta la Lombardia

Domenica 27 novembre, i bambini milanesi sono invitati nel laboratorio per imparare a costruire il proprio presepe da portare a casa. Dalle ore 14,30. 
Piazza Cimitero Maggiore 5. (Tram 14 o Metro Rossa - Uruguay e poi pullman 40) www.missioni.org
I più bei presepi della Lombardia nascono nel convento dei Cappuccini Missionari di piazza Cimitero Maggiore a Milano. Un convento defilato, meno noto rispetto a quelli dei confratelli di viale Piave e piazza Velasquez, ma non meno importante per la comunità meneghina, proprio per questa produzione artigianale che pochi conoscono, svolta in sordina, accanto alle attività di accoglienza e animazione missionaria.
Da oltre trent'anni è proprio grazie ai 12 frati della struttura, con lo storico artigiano Roberto, che per Natale troviamo bellissime ricostruzioni della Sacra Famiglia negli ospedali, nei palazzi pubblici, nei centri commerciali e in tante chiese dove  bambini e adulti restano immancabilmente  rapiti davanti alla neve che cade sulla mistica grotta, dove un bue e un asinello da secoli riscaldano il piccolo Gesù, cuore della storia.
I presepi dei Missionari Cappuccini sono fatti di legno o terracotta, sono dipinti a mano e  le figure possono rappresentare tutte le etnie della Terra. Alcuni arrivano già pronti dalle Missioni più lontane e sono  stati costruiti con materiali locali, come aghi pino, carta, coccio. Al posto dell'asino e del bue magari c'è un lama o un cavallo e i contadini, sulla strada verso la sacra grotta, hanno il sombrero. Non a caso, il convento dei Cappuccini Missionari di piazza Cimitero Maggiore è anche il regno dei collezionisti: "Sono tanti gli appassionati del genere - spiega infatti Fra Mauro Miselli -, indipendentemente dal credo religioso. Per noi, tuttavia, i presepi,oltre a essere fonte di offerte a favore delle nostre missioni, sono una 'tradizione di famiglia', considerando che il primo Presepe fu realizzato da San Francesco!".
Le misure vanno dai 60x70 fino all'altezza uomo, le versioni sono le più varie: da terra, da salotto, da appendere, etc.; con effetti sonori, neve, ruscelli, sole che sorge o tramonta... ce n'è per tutte le richieste e le aspettative.
Roberto annuncia: "Il 27 novembre, prima domenica d'avvento, dalle ore 14,30, aspettiamo tutti i bimbi milanesi per insegnare loro come si fa un presepio. Sto già preparando le basi perché poi ognuno possa andar via con il suo piccolo tesoro finito". I presepi dei frati possono essere affittati o acquistati con una offerta libera (tel. 023088042) e il ricavato va al sostegno degli oltre 30 progetti avviati tra Asia, Africa e Brasile per costruire scuole, ospedali, pozzi, centri per disabili e quello che serve alle popolazioni locali povere di tutto.
Gruppo Areté, tel. 0233004397- info@gruppoarete.it- mob. 3494330142