Vogue Fashion’s Night Out

Il 20 settembre l’appuntamento con la moda

Sarà un’occasione speciale e unica, per assaporare le emozioni dello shopping serale e a cielo aperto con una nota in più che sarà quella della beneficenza. Torna così il prossimo 20 settembre,l’ottava edizione della Vogue Fashion’s Night Out, l’evento meneghino che dalle 19 alle 22,30 vedrà coinvolti centinaia di negozi dei marchi più importanti nella zona che fa riferimento al quadrilatero della moda. Nello specifico saranno interessate da Via Montenapoleone a Via Manzoni, da Via della Spiga a Corso Venezia, da Corso Vittorio Emanuele a Corso Genova, all'intero quartiere di Brera e Corso Como, Piazza Gae Aulenti e quello di Porta Nuova. L’evento è stato annunciato e presentato a Palazzo Morando dal direttore di Vogue Italia Franca Sozzani e l’assessore alle Politiche per il Lavoro, attività produttive, moda e design Cristina Tajani. Si tratta di una manifestazione, che avvicina il grande pubblico al mondo della moda,  organizzata da Vogue Italia e dal Comune di Milano. Rilevante anche il risvolto benefico della manifestazione. Infatti, tanti brand partner dell’evento, per l’occasione, realizzano oggetti limited edition, il cui ricavato sarà destinato al progetto “Monzino Donna” dell'Istituto Monzino, nato con la finalità di seguire in modo specializzato donne con fattori di rischio cardiovascolare. Non solo moda nella serata del 20 settembre, poiché le principali vie cittadine saranno animate da tanti eventi, party e mostre. Un appuntamento ormai fisso nel calendario degli eventi di Milano, - ha precisato l’assessore Cristina Tajani, - significativo per il mondo della Moda e per i negozianti che aderiscono all’iniziativa aprendo per una notte le proprie porte alla creatività e portando il gusto del bello e del ben fatto per le strade. I fondi raccolti nelle passate edizioni, sono stati impiegati per il verde pubblico e per iniziative rivolte all’infanzia e all’adolescenza.
Per l’adesione all’evento da parte dei punti vendita  www.vogue.it/vfno2016/
Manuelita Lupo