“Milano e Leonardo”

Iniziative ed eventi per ricordare i 500 anni dalla morte del “genio” - n.1

Un palinsesto ricco di eventi e iniziative per un lasso temporale che durerà fino al gennaio 2020. Così il capoluogo meneghino si accinge a celebrare il 500esimo anniversario della morte di Leonardo. Un rapporto speciale quello della città con il “genio” sia per la durata, circa venti anni, in nessun’altra città ha soggiornato così tanto, sia per la straordinaria offerta creativa, lasciata al duca Ludovico il Moro proprio per la sua età già matura. Sono molte le eredità che ci ha lasciato Leonardo, dal sistema di navigazione dei Navigli lombardi al Cenacolo nel Refettorio di Santa Maria delle Grazie, dal Ritratto di Musico all’invenzione grafica e pittorica della Sala delle Asse al Castello Sforzesco.

“Milano e Leonardo” è questo il nome del programma in stretta connessione con il Comitato Nazionale per la celebrazione dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, è realizzato grazie all’azione del Comitato di Coordinamento “Milano e l’eredità di Leonardo 1519-2019” - istituito da Comune di Milano Cultura, Regione Lombardia Direzione Generale Autonomia e Cultura e Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (Segretariato Regionale per la Lombardia e Polo Museale Regionale della Lombardia) - e del Comitato Territoriale (Milano e Lombardia) che accoglie altre istituzioni coinvolte nella realizzazione di iniziative di valorizzazione dell’eredità di Leonardo: Ente Raccolta Vinciana, Museo Nazionale Scienza e Tecnologia “Leonardo da Vinci”, Veneranda Biblioteca Ambrosiana, Basilica di Santa Maria delle Grazie, Fondazione Stelline, Triennale di Milano, Comune di Vaprio d'Adda e Comune di Vigevano. Gli highlights del palinsesto “Milano e Leonardo” sono stati presentati oggi al Castello Sforzesco dall’assessore alla Cultura di Milano Filippo Del Corno, dall’assessore all’Autonomia e Cultura della Regione Lombardia Stefano Bruno Galli, dall’assessore al Turismo e Marketing Metropolitano del Comune di Milano Roberta Guaineri. La mostra “Leonardo e la Sala delle Asse tra Natura, Arte e Scienza”, in programma dal 16 maggio al 18 agosto 2019 nella Cappella Ducale, permetterà di individuare le relazioni iconografiche e stilistiche tra le decorazioni artistiche della Sala delle Asse e la cultura figurativa di altri maestri di ambito toscano, dei Paesi d’Oltralpe e della stessa Milano, grazie a una selezione di disegni originali di Leonardo da Vinci, di leonardeschi e di altri artisti del Rinascimento, provenienti da importanti istituzioni italiane e straniere.

Manuelita Lupo

(continua domani alle 11,00)