5 giorni dedicati alla Street art

Organizzato dal Pac un appuntamento dedicato alla Street Art

Cinque giorni di incontri e conferenze al Pac saranno l’occasione per ripensare la Street art oggi, in rapporto alle sue origini e ai mutamenti subìti negli anni. Da movimento culturale e artistico dal basso quest'arte è diventata strumento di coesione sociale e di riqualificazione urbana sempre più utilizzata dalle amministrazioni pubbliche e dagli enti privati per esprimere messaggi o pensieri importanti per la società attuale.
Si parte l'8 marzo con una serata introduttiva che affronterà lo status quo della Street art oggi.
Giovedì 9 marzo un focus sul tema del restauro e della conservazione delle opere murali pubbliche con interventi di Alessandra Collina e Antonio Rava.
Venerdì 10 marzo un dibattito pubblico con esperti d’arte e street art per valutare qual è oggi il valore simbolico, artistico e storico del murales realizzato da Blu ed Ericailcane.
Sabato 11 marzo in occasione di una giornata di studi finalizzata a fare chiarezza su forme ed espressioni che ancora oggi vengono denominate “Street art”, verranno presentate le esperienze di writers e street artist protagonisti della mostra Street art, Sweet art, in dialogo con curatori, critici, direttori di musei, giornalisti, committenti pubblici e privati.
Nelle mattinate del 9-10-11 marzo il Pac organizza anche workshop formativi diretti alle scuole superiori di Milano a cura degli artisti Airone, Orticanoodles e Pao per studiare e sperimentare il linguaggio del writing e della Street art.
Conclusione domenica 12 marzo con due eventi:
    •    un Tour a piedi per le vie di Milano, per scoprire i più interessanti muri dipinti spontaneamente o realizzati a seguito di commissioni pubbliche e private;
    •    la proiezione in anteprima europea del film documentario “Saving Banksy”, che narra dei goffi tentativi di un collezionista di preservare un dipinto di Banksy dalla distruzione e dalla vendita all’asta.
Per info: www.pacmilano.it