ABITARE INSIEME

Riflessioni, idee e progetti sul “Durante e dopo di noi”

Andare a vivere per conto proprio rappresenta una tappa fondamentale nella vita di ciascuno. Il concetto di abitare comprende anche il diritto di scelta, la progettualità, la possibilità di decidere in modo autonomo con chi, quando, dove, come. Un diritto sancito dalla Convenzione Onu anche per le persone con disabilità (art. 19, a). Grazie alla legge 112/2016, meglio nota come Legge sul dopo di noi, i genitori e i familiari dei ragazzi disabili possono immaginare un futuro di autonomia per i loro figli attraverso soluzioni personalizzate di co-housing, e soprattutto possono farlo “durante” non solo “dopo”.

Rendere praticabile questo diritto è stato uno degli interventi di questi ultimi anni attuati dall’Associazione La Comune di Milano con il progetto delle “Case comuni”, appartamenti in coabitazione fra giovani disabili e normodotati.

Basandosi sulla propria esperienza e su quella di altri, l’Associazione ha quindi organizzato un Convegno, in collaborazione con la Caritas Ambrosiana e con il patrocinio del Comune di Milano, per porre l’attenzione sulla sostenibilità di lungo periodo dell’abitare in autonomia e per avviare una riflessione anche dal punto di vista della creazione di opportunità lavorative.

Il Convegno si terrà venerdì 11 maggio dalle 9 alle 13 presso la sede della Caritas Ambrosiana in via San Bernardino 4, a Milano.