Prima della Scala diffusa: una grande opportunità per Milano

Da cinque anni a questa parte il Teatro alla Scala, in occasione della “prima” il 7 dicembre, che segna l'inizio ufficiale della stagione, organizza una serie di spettacoli musicali e culturali paralleli in città, che prendono il nome di “prima diffusa”.

L'opera scelta quest'anno per l'inaugurazione è la verdiana “Giovanna D'Arco”, che non viene rappresentata nel teatro milanese da ben 150 anni, e di conseguenza tutte le manifestazioni che avranno luogo a Milano in occasione della “prima diffusa” si ispireranno, direttamente o indirettamente, alla figura della grande santa francese.
Uno degli eventi più importanti si terrà il 5 dicembre allo Spazio Teatro 89, dove sul palco si terrà conferenza con il direttore Riccardo Chailly e l'assessore alla Cultura Filippo Del Corno sulle musiche e sulle tematiche dell'opera di Verdi.
Domenica 6 dicembre, invece, la cantante Patti Smith sarà la protagonista a Palazzo Edison di “Patti Smith vs Giovanna D'Arco: storie di donne simbolo di liberà”, in un dialogo con la giornalista Gaia Varon.
Un occhio di ruguardo è stato riservato ai più piccoli, con incontri pensati apposta per loro che si terranno al Muba e al Wow-spazio fumetto, con la partecipazione di alcuni animatori dell'Accademia della Scala.
Per fare entrare poi la città nel clima dell'opera di Verdi, per tutta la settimana precendente alla rappresentazione verranno diffuse nei mezzanini delle metropolitane di Duomo e Cadorna lemusiche di “Giovanna D'Arco”.
Anche quest'anno, inoltre, verranno allestiti un gran numero di spazi dove verrà trasmessa la prima in diretta: al teatro Dal Verme, alla rotonda della Besana, all'Ottagono in Galleria, nell'auditorium del museo Mudec e in tanti altri posti, il cui elenco completo (insieme alla lista di tutti gli altri eventi della “prima diffusa”) è consultabile su sito del Comune di Milano.