Diario di un pazzo

Flavio Bucci torna a teatro e lo fa con "Diario di un pazzo", spettacolo prodotto dalla Moliart, che nel 1988 incantò le platee di tutta Italia diventando in breve tempo un successo formidabile.

Il testo è stato adattato dall'omonimo racconto di Nikolai Gogol dal drammaturgo Mario Moretti. Il regista, lo stesso Flavio Bucci, ha deciso di affidare all’attore Marco Caldoro il compito di vestire i panni di Aksentij Ivanovic Popriscin. E’ un viaggio nella doppiezza e nella schizofrenia di un uomo, un piccolo borghese alle prese con una smisurata ambizione che lo porterà a smarrire identità e ragione. Al centro della scena c'è quindi un uomo la cui unica responsabilità è quella di temperare le matite per il suo capoufficio, un uomo sofferente per la propria mancanza di dignità, spinto sempre di più verso una triste solitudine. L’amore per la figlia del capoufficio aggrava la sua condizione e lo porta ad annotare su un diario il grafico giornaliero della sua follia, fino a giungere all'identificazione  col re di Spagna. 
Umorismo e pietas, grottesco e dramma si alternano nella rappresentazione del piccolo impiegato, oppresso dal peso dei suoi impossibili sogni.
Lo spettacolo andrà in scena venerdì 6 e sabato 7 marzo 2015 alle 21 al Teatro Officina di via Sant'Elembardo, 2.

Per maggiori informazioni:
Teatro Officina – Via S. Erlembardo, 2 – 20126 Milano 
MM1 Gorla | Bus 44 e 86 
Prenotazioni: 
Lun-Ven: 9,30-17,30 
Tel. 02.2553200 | fax: 02.27000858 | cell: 3491622028 | 
e-mail: info@teatroofficina.it | sito web: www.teatroofficina.it  
Ingresso con tessera associativa annuale €10 
Prenotazione gratuita e obbligatoria sul sito www.teatroofficina.it