Anteprima delle mostre

“Mondi a Milano” e “Africa” al Mudec

Si è svolta giovedì 26 marzo l’inaugurazione del Mudec, Museo delle Culture di Milano, in via Tortona 56, con l’apertura delle prime due grandi mostre del Museo: “Africa. La terra degli spiriti” e “Mondi a Milano”, entrambe ideate in concomitanza con EXPO.
La giornata di inaugurazione di questo nuovo spazio espositivo è iniziata con l’intitolazione del “Largo delle Culture”, situato 500 metri più in là del Museo, all’intersezione tra le vie Bergognone e Tortona.
La cerimonia si è svolta alla presenza di un piccolo pubblico di giornalisti e consiglieri comunali, davanti a cui l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno ha dichiarato: la volontà della nostra città a essere sempre più aperta e inclusiva di tutte le culture che la abitano. 
L’Assessore ha sottolineato come la pluralità di popoli e culture presenti a Milano sia da considerare una ricchezza, su cui basare un maggiore sviluppo economico della città. La targa è stata svelata, come da tradizione, rimuovendo la bandiera con lo stemma di Milano che la copriva. Il gesto è stato compiuto dall’Assessore e da Michel Kofi, presidente dell’associazione Città Mondo. Al termine della breve cerimonia il pubblico si è spostato al numero 56 di via Tortona, dove ha sede il Mudec, per la conferenza stampa di presentazione del Museo.
Pochi minuti dopo l’ingresso dell’Assessore il piano terra è stato invaso da un gruppo di ballerini africani che hanno danzato, attirando l’attenzione dei presenti. 
A seguire si è svolta la conferenza di presentazione del Museo, al primo piano, nel vasto auditorium dell’edificio. 
Il primo intervento è stato dell’assessore Del Corno, il quale ha sottolieato tre aspetti chiave del Mudec: la governance mista, cioè la gestione del museo in partnership tra pubblico e privato; la “crescita del patrimonio cognitivo”,  riferendosi al cosiddetto Mudec junior: uno spazio permanente dedicato ai bambini dai 4 ai 9 anni dove approfondire il tema delle culture extraeuropee attraverso laboratori creativi e multimediali, in collaborazione con il Tropen Museum Junior di Amsterdam; e la convenzione con l’Associazione Città Mondo.
La parola è poi passata a Marina Pugliese, già direttrice del Museo del Novecento, il cui intervento si è incentrato sulla sostenibilità in termini economici del museo, qui possibile grazie al lavoro con un partner privato. 
La terza oratrice è stata Natalina Costa, la quale ha rivolto specifica attenzione al fatto che 24 Ore Cultura abbia partecipato da solo alla gara d’appalto; si è dichiarata orgogliosa di questo percorso e del progetto del Mudec, ringraziando i partner che ne hanno permesso la realizzazione.
Michel Kofi ha lodato Milano in quanto solo in una città come questa sarebbe stato possibile fondare un Forum di 500 associazioni rappresentative delle comunità straniere.
La conferenza si è chiusa con l’ultimo intervento dell’Assessore, il quale ha dichiarato di aver sperato fino all’ultimo nella presenza del sindaco Giuliano Pisapia, che però, ha aggiunto, si trovava in una scuola primaria a consegnare simbolici certificati di cittadinanza ai bambini nati in Italia da genitori stranieri.
Debora Cordari

PERIODI E ORARI DELLE MOSTRE
“Mondi a Milano”: 27 marzo -  19 luglio 2015
Orari:  Lunedì: 14,30 – 19,30; Martedì, Mercoledì, Venerdì e Domenica: 9,30 – 19,30; Giovedì e Sabato: 9,30 – 22,30
“Africa. La terra degli spiriti”; 27 marzo – 30 agosto 2015 Orari: Lunedì: 14,30 – 19,30; Martedì, Mercoledì, Venerdì e Domenica: 9,30 – 19,30; Giovedì e Sabato: 9,30 – 22,30
Per maggiori informazioni visitare il sito web:www.mudec.it