Girasolidarietà 2016

Un sogno per tutti

Con il ritorno della primavera arriva puntuale l’appuntamento con Girasolidarietà, manifestazione promossa da Atlha (Associazione per il tempo libero delle persone disabili – www.atlhaonlus.eu), giunta all’undicesima edizione che, quest’anno, si associa anche al trentennale dell’associazione. Girasolidarietà si svolge nella giornata di Domenica 5 giugno in Cascina Bellaria, al civico 90 dell’omonima via, nel Parco di Trenno.
Il tema di quest’anno è “Il diritto al Sogno”. I risultati concreti e anche i cambiamenti più difficili partono spesso da un sogno. E Atlha, che si occupa del tempo libero per l’integrazione dei disabili dal 1986, è una sognatrice nata, che ha sempre mosso i propri passi partendo dai  sogni delle persone. E da lì sono nate le prime esperienze di viaggi e di vacanze – dagli Stati Uniti all’Australia – perché viaggiare deve essere una possibilità per tutti, agli scambi internazionali, come il Progetto MelMi, che unisce Milano a Melbourne, con reciproche visite e proficui scambi di esperienze con particolare attenzione all’accessibilità.
In Cascina Bellaria oggi c’è chi sogna di diventare uno chef professionista, chi un regista e chi semplicemente sogna di lavorare per sentirsi utile, oltre che orgoglioso di far parte di uno staff qualificato e affiatato. Tutti sognano ed è un diritto di tutti sperare e far sì che i propri sogni si avverino. Quindi, i sogni nel cassetto, sono il filo conduttore del “racconto” in Cascina Bellaria, e condividerli  con altre persone è il primo inizio per realizzarli e per produrne di nuovi, perseguendoli  insieme.
“Girasolidarietà in Cascina Bellaria: il diritto al sogno” apre i battenti alle 10.30 e si conclude alle 18 con uno spettacolo di animazione teatrale. Per tutto l’arco della giornata sono attivi laboratori di scultura, di animazione teatrale e di pittura; poi la mostra fotografica e le proiezioni di video. Alle ore 11 e alle 15 “Dream Speech”, sei persone raccontano il loro sogno. 
Ma Cascina Bellaria è anche “Beautiful Park”, l’unica area giochi di Milano accessibile a tutti e poi c’è “RiCiclo”, la nuova ciclofficina con le biciclette appositamente allestite per persone con disabilità: e cosa c’è di meglio di un bel giro nell’attiguo parco? E in Cascina non poteva certo mancare l’orto che, originariamente, era stato realizzato a scopo didattico, ma che oggi assicura verdura appena raccolta al Ristorante Bellaria (www. cascinabellariamilano.org), guidato dagli chef Tommaso Carrettoni (scuola di Gualtiero Marchesi) e Amatore Finassi (carriera nella ristorazione organizzata), che conducono una pattuglia di giovani aiuto-cuochi, camerieri e baristi che condividono il loro lavoro con ragazzi con disabilità. Infine, non dimentichiamo il concerto a ingresso gratuito di Mercoledì 8 giugno - ore 18.15 nell’ambito dell’8ª Rassegna musicale di Primavera “Concerti in Periferia”.
Insomma, Cascina Bellaria offre occasioni di vario tipo e un po’ per tutti, all’insegna dell’accessibilità, come la giornata dello sport dello scorso 1° maggio. 
E si respira bell’aria. 
Fabiola Beretta