La Divina commedia oggi

Grande successo e apprezzamento alla Biblioteca Dergano-Bovisa, venerdì 23 gennaio, per la prima serata di lettura della Divina Commedia organizzata dal Centro di Solidarietà don Bruno De Biasio e Mary D'Amelio, in collaborazione con la Biblioteca.
Ospite e relatore Enrico Planca, medico e appassionato studioso di Dante.

Dopo una  introduzione  sulle vicissitudini della vita di Dante, fino all'esilio, e sulle condizioni politiche del suo tempo, l'oratore si è inoltrato  nella lettura e nel commento dei canti  I e II dell'Inferno, mettendo in evidenza, con efficacia e chiarezza, i riferimenti  esistenziali contenuti nel poema che anche oggi trasmettono al lettore moderno un ricchissimo patrimonio di cultura, di pensiero e di esperienza: il viaggio, come  necessario inoltrarsi nella vita, il compito che la vita contiene e la presenza di amici che accompagnano il viaggiatore verso la meta e lo indirizzano a superare gli ostacoli che impedirebbero il cammino. Virgilio è il primo di questi amici, la prima guida che Dante avrà nel suo viaggio, figura della ragione che aiuta a leggere la realtà fin nel suo significato più profondo.
L'iniziativa delle letture dantesche è nata dal desiderio di recuperare attraverso testi letterari, il significato e l'esperienza della bellezza: la serata inaugurale è stata un primo e significativo passo verso questo obiettivo, come ha anche dimostrato il grande interesse del  pubblico.
Il prossimo incontro sarà sui canti I e II del Purgatorio, dove Dante e Virgilio, dopo la faticosa e drammatica discesa lungo l'inferno, risalgono alla superficie terrestre e si trovano sulla spiaggia del Purgatorio. Catone li introduce alla salita. Qui Dante incontra l'amico Casella.
Appuntamento quindi per martedi 17 febbraio, sempre presso la Biblioteca di via Baldinucci, alle ore 20,25, con lettura inizio 21,00.

                                                                                                         Romolo Bragonzi