Un Museo internazionale

Dopo le ultime Mostre organizzate all’estero e i programmi fissati per i prossimi mesi, il Museo della Macchina da scrivere di via Menabrea, 10 ha raggiunto un’importanza che possiamo definire internazionale.

In soli otto anni dall’apertura, avvenuta  l’11.11.2006, la fattiva opera del fondatore e dei suoi più stretti collaboratori ha spinto l’iniziativa culturale, vanto della nostra zona, a essere conosciuta non solo in Italia ma anche all’estero. 

“Possiamo affermare che i successi si stanno manifestando con un progressivo crescendo, tanto da sorprendere anche noi che abbiamo impegnato tutte le nostre energie per sviluppare questa idea”. Ha  
dichiarato il presidente Umberto Di Donato, orgoglioso di avere recentemente esposto i migliori pezzi della sua collezione in due cittadine belghe, Liegi e Saint-Nicolas, e in varie località lombarde. 

“Contrariamente a quello che fanno gli altri, il nostro Museo è diventato ambulante, nel senso che ci spostiamo volentieri ovunque per farci conoscere. Nel mese di ottobre, infatti, dall'11 al 18, esporremo a Sesto S. Giovanni, qualche giorno dopo a Cantù e a novembre avremo un impegno in Francia, dove il Comune di Jonage (Lione) ha messo a disposizione la sala Consiliare. Ben altre trasferte ci aspettano per i primi mesi del 2015, quando porteremo le nostre macchine storiche in Sicilia, per illustrare alle scolaresche di Vittoria (Rg) e di Caltanissetta l’affascinante Storia della Scrittura, che ha distinto in modo indiscutibile l’uomo dagli altri esseri viventi, e la Storia della Macchina da Scrivere, che ha rivoluzionato il mondo della comunicazione, consentendo a ogni singolo uomo di usare direttamente i caratteri di stampa, inventati nel 1450 a Magonza, da Johan von Gutenberg". 

Conosciamo l’entusiasmo e la competenza del Presidente, cui rivolgiamo gli auguri per i prossimi impegni e per la diffusione di un progetto che valorizza la nostra zona.

Il Museo è aperto nei giorni di martedì, venerdì e sabato, dalle ore 15 alle 19 e  l’ingresso è libero.