CONCILIARE LAVORO E FAMIGLIA

Il lavoro e la famiglia non debbano essere mai in alternativa, soprattutto per le donne. La conciliazione è un elemento di civiltà a livello sia aggregato sia del singolo cittadino, per la società e per la persona, quindi... Accanto al sostegno all'imprenditorialità femminile e all'integrazione delle politiche per la famiglia con quelle per il lavoro, occorrono forme innovative di welfare aziendale e di specifica facilitazione tramite la leva fiscale, non solo ma anche col fattore famiglia. I dati dell'occupazione in Lombardia vanno letti anche nell'ottica di quelli relativi alla situazione delle famiglie. Con particolare riferimento ai figli, deve essere ben chiaro che la questione non riguarda solo i figli che ci sono, ma anche quelli che non ci sono, non solo quelli di oggi, ma quelli che potrebbero venire al mondo domani. Privare della maternità e della paternità donne e uomini che vorrebbero avere figli ma non possono permetterselo è una violenza sociale e morale che deve essere combattuta, un'inciviltà, una barbarie. Deve essere aiutato chi ha figli e deve essere aiutato chi vorrebbe averli: in Lombardia accanto alla conciliazione famiglia-lavoro ci devono essere politiche per la promozione della natalità.

Manfredi Palmeri

Capogruppo Energie PER l'Italia - Regione Lombardia