Fratelli d'Italia, richiesta dai militanti la convocazione del Congresso

Resa dei conti in Fratelli d'Italia a Milano, dopo il tracollo elettorale del partito, sceso al 2,5%.

Resa dei conti in Fratelli d'Italia a Milano, dopo il tracollo elettorale del partito, sceso al 2,5%. La base militante e i quarantenni chiedono la convocazione dei congressi, invocano il rinnovamento e la riorganizzazione del partito, presentano come candidati alle segreteria comunale e provinciale: il barone nero Roberto Jonghi Lavarini e Pino Pozzoli, candidato sindaco ad Opera, dove, da solo, ha ottenuto il 17%. Iscritti delusi e arrabbiati, sopratutto con Romano La Russa (fratello di Ignazio e formalmente coordinatore provinciale), e, in tanti, a partire dalla bresciana Viviana Beccalossi, guardano alla egemone nuova Lega nazionale di Matteo Salvini, come possibile, estrema alternativa politica...