La voce delle forze politiche REGIONE, PALMERI (ENERGIE PER L'ITALIA): "IN QUESTA LEGISLATURA APPROCCIO SU NORME DEVE ESSERE PIU' LOMBARDIA TERRITORIO, MENO REGIONE ENTE. LIBERIAMO ENERGIE LOMBARDE"

"Più Lombardia come territorio, cittadini e imprese e meno Regione come Ente e sovrastrutture: vanno rese quanto più possibile libere le energie del popolo e delle aziende lombardi. E nel quadro dell'Autonomia non vanno replicati vecchi modelli, ma vanno ripensati a monte i processi basandosi su quello che deve essere il ruolo della Regione, regista con una visione d'insieme e prospettica. Vanno introdotti elementi di innovazione, favorendo la presenza della blockchain in diversi ambiti, e di semplificazione, rendendo a chi sta in Lombardia la vita più facile e non più complicata. Da qui, da noi, può partire in questa legislatura un nuovo modello di regionalismo valido per tutta l'Italia, dal punto di vista della gestione ma anche da quello delle riforme". Lo ha detto il consigliere regionale liberale Manfredi Palmeri, capogruppo di Energie PER l'Italia in Regione Lombardia aggiungendo: "Più Lombardia e meno Regione, più Società e meno Stato, più Cittadini e meno Enti, più Comunità e meno sovrastrutture, più libera scelta e meno coercizioni, più risorse lasciate a chi le produce e le guadagna e meno pressione fiscale: nella legislatura questo deve essere, in ottica liberale, l'approccio di governo regionale sulle norme. Occorre avere competenze e risorse, che consentano la responsabilità nell'amministrare con la relativa possibile misurabilità dei risultati da parte dei Lombardi ".