BEN VENGANO I CONTROLLI DELLE FORZE DELL’ORDINE, MA IL COMUNE HA IN PROGRAMMA INTERVENTI?

"Ben vengano i controlli disposti dalle Autorità di Pubblica Sicurezza per contrastare l'illegalità diffusa nell'area della Stazione Centrale. Le Forze dell'Ordine fanno il loro, e gli esprimiamo il nostro sostegno, ma è evidente che la questione non possa essere a queste totalmente demandata e così affrontata: chiediamo all'Amministrazione comunale di Sinistra quale sia la loro visione in merito all'area e nello specifico se ci sia un programma di interventi o se viceversa continueranno ad aumentare insicurezza, degrado e disumanità. Il tutto, sia chiaro, proprio contro i più deboli. Vale quanto detto dall'assessore alla Cultura Del Corno, ossia che chi è lì non possa essere 'sradicato' o c'è invece una visione di come dovrebbe essere questa importante area della Città e un conseguente piano di azioni? Quello che emerge è un senso di lassismo e fatalismo... Anche a seguito degli ultimi Decreti in materia, i Comuni devono svolgere un ruolo. Milano fa invece poco, non solo in termini di governo politico sulla Sicurezza. Stefano Parisi aveva già giustamente posto la questione in campagna elettorale e più recentemente ha chiesto alla Giunta, che aveva esplicitato come gli interventi in Stazione Centrale non fossero un modello, quale fosse allora il 'modello Milano'... Con Energie per l'Italia il giorno della marcia 'senza muri' abbiamo chiesto meno retorica e più soluzioni, meno ipocrisia e più realismo. Sull'antirazzismo, e ci mancherebbe, siamo tutti d'accordo ma noi non vogliamo rassegnarci a pensare che in Stazione come in altre zone della Città la situazione debba rimanere questa. Non è la Milano che vogliamo, non è l'Italia che vogliamo. E aggiungiamo pure che non è neanche l'accoglienza che vogliamo, anche perché semplicemente questa non è certo accoglienza". - Lo ha detto Manfredi Palmeri, consigliere comunale liberale di Milano e capogruppo della Lista Parisi a Palazzo Marino.