MIGRANTI, PROROGHE SU PROROGHE. SEGNALAZIONE ALL'ANAC

RICEVIAMO E IN PARTE PUBBLICHIAMO

Il Comune il 29/07/2016 annunciò una gara a evidenza pubblica da tenersi entro il 31/12/2016 per il servizio di accoglienza della durata di due anni, ma nella stessa delibera scriveva che “si è reso necessario ricorrere alla procedura negoziata per non interrompere le prestazioni in scadenza il 31 agosto 2016”. Così il servizio è stato affidato alle stesse cooperative per la prosecuzione dell'accoglienza. Il 30 agosto il Comune ha stilato l'elenco delle associazioni idonee al servizio e nelle more del bando non ancora indetto ha continuato con loro il servizio. A gennaio 2017 arriva un'altra proroga al bando, che viene rimandato a maggio, con la motivazione che “il servizio non può essere interrotto”, riconfermando così il lavoro alle stesse cooperative. È plausibile che da luglio il Comune non sia riuscito a indire il bando ?
Su questa vicenda nei prossimi giorni invierò una segnalazione all'Anac. Ormai capita troppo spesso di leggere nelle determine le parole “nella more della gara”, facendola diventare quasi una routine, e guarda caso sempre per il servizio accoglienza degli asilanti. Lo ha dichiarato Riccardo De Corato, capogruppo di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale in Regione Lombardia, commentando una determina del Comune.