MODIFICHE AREA C

In merito alle modifiche relative alle norme di regolamentazione dell’Area C, proposte dall’assessore alla Mobilità Marco Granelli, è intervenuto il segretario provinciale della Lega Nord, Davide Boni.

Se le grandi modifiche annunciate dalla Giunta milanese consistono unicamente nel prevedere nuovi balzelli che andranno a incidere sul badget delle famiglie, - commenta Boni – non possiamo certamente aspettarci delle evoluzioni positive nella gestione della viabilità e nella circolazione dei mezzi pubblici.
Prima ci si è lanciati in spot pubblicitari, incentivando i cittadini a cambiare la propria auto,  scegliendo mezzi decisamente meno inquinanti, come le auto a metano e GPL, e ora si tassano pure quelli.  Le modifiche introdotte dalla Giunta Sala sono solo l’ennesima scusa per aumentare le tasse, - chiosa Boni – perchè nel contempo i mezzi pubblici restano quelli di sempre, così come l’aumento del costo del biglietto pubblico, introdotto da Pisapia, è restato immutata.
Tutto questo mentre per ora la proposta del gruppo consiliare della Lega Nord resta accantonata in un cassetto, - conclude Boni – forse perché va nella direzione opposta di quella di Granelli, in quanto tra i vari punti prevede proprio di esonerare dal pagamento degli ingressi le auto a metano, gpl ed elettriche.