ONDATA DI GELO

In merito al fenomeno del gelicidio e al mancato intervento tempestivo da parte del Comune di Milano, è intervenuto il Segretario provinciale della Lega Nord, Davide BONI:

Il 15 gennaio, su Milano splendeva il sole ma l'ondata di gelo non sembra essere terminata.  Solo nella nostra città 1.500 persone tra adulti e bambini, - commenta Boni - si sono viste costrette a recarsi presso i pronto soccorso più vicini dopo essere scivolate su marciapiedi e strade, trasformati in vere e proprie piste di ghiaccio.  
In poche ore anche le strutture ortopediche dei principali ospedali della città sono andate in codice nero, - sottolinea Boni – ovvero il massimo grado di difficoltà, in concomitanza le linee del 118 sono andate in tilt.
Il Comune non può fare finta di nulla confidando nel bel tempo ma deve prendere provvedimenti urgenti per evitare che si riformino queste trappole micidiali pericolose per pedoni, ciclisti e mezzi di trasporto. Il fenomeno del "gelicidio", – chiosa Boni -  segnalato peraltro per tempo dai meteorologi, non deve più prendere alla sprovvista l’Amministrazione comunale milanese che dovrebbe preventivamente intervenire con tutti gli uomini a disposizione e usando i mezzi spargisale su strade, marciapiedi e davanti alle scuole per evitare il riformarsi dei lastroni di ghiaccio e non solo annunciarli con slogan a mezzo stampa. 
Ufficio Stampa Segreteria Provinciale Lega Nord di Milano
Silvia Scurati