Via Stresa – Scoppio di una tubatura

Riceviamo da Samuele Piscina, presidente del Municipio 2

È la seconda volta nel giro di 6 mesi che le tubature dell’acqua di via Stresa scoppiano, sempre nello stesso punto. Già a fine Marzo, infatti, i cittadini furono costretti a rimanere senza acqua per 12 ore, senza che nessuno li avvertisse preventivamente.
Oggi la storia si sta ripetendo: questa mattina verso le 7.00 alcuni residenti si sono accorti della fuoriuscita di acqua dal marciapiedi. Contattate la Polizia Locale e MM, l’acqua è stata prontamente chiusa in tutta la via per consentire la riparazione dei tubi, senza però che nessun cittadino venisse avvisato di farne scorta. Le conseguenze sono evidenti: niente acqua corrente nelle case e quindi impossibilità di lavare le stoviglie, i panni, di fare una doccia o semplicemente di mettere sul fuoco l’acqua per fare una pasta. Dopo la chiusura, ancora nessun operaio si è visto al fine di riparare il guasto.
Essendo Domenica ci chiediamo se i cittadini dovranno rimanere ancora una volta 12 ore senza acqua o se il Comune ed MM interverranno prontamente. Milano non può avere il servizio di supporto pari a quello di un paese del terzo mondo.
Ci chiediamo inoltre come siano stati fatti i lavori di riparazione 6 mesi fa, quando le tubature furono riparate nel medesimo punto. Il  Comune di Milano dovrebbe eseguire controlli maggiori affinché i lavori siano eseguiti in modo professionale e risolvano definitivamente il problema. Se la ditta appaltatrice non avesse eseguito i lavori in modo opportuno, dovrebbero essere immediatamente presi seri provvedimenti.
In tutto questo a risentirne sono sempre e solo i cittadini.

Samuele Piscina
Presidente del Municipio 2 di Milano