La voce delle forze politiche

Il consigliere dei Verdi Andrea Giorcelli, in una nota che ci ha inviato, ha voluto esprimere le sue perplessità circa le modalità di selezione dei progetti per la zona 7, finanziati con il milione di euro messo a disposizione dal Comune.

Secondo il consigliere, all'interno dei tre progetti selezionati per essere sottoposti alla scelta dei cittadini (“incontriamoci a Vercellina, S. Siro e Baggio”, “muoviti in libertà tra parchi e città”, “la via verde”) ci sono alcune opere ricorrenti, che quindi verrebbero realizzate in ogni caso, qualunque progetto risulti vincente.
Nello specifico, tali opere sarebbero la costruzione di un chiosco per la biblioteca di via Pistoia e la realizzazione di nuove aule studio per l'emeroteca di via Cimarosa.
Questi progetti che si ripetono, poi, hanno ben poca attinenza con almeno due dei tre progetti presentati, che trattano del tema della mobilità urbana.
Nei due piani che hanno per tema la “mobilità verde”, inoltre, sono sì presenti delle proposte per incrementare il numero di rastrelliere per biciclette, ma non si fa alcun acceno alla costruzione di nuove piste ciclabli, nonostante le esplicite richieste in tal senso dei cittadini.
Il consigliere Giorcelli, quindi, chiede che i progetti vengano riscritti in modo tale da avere una reale attinenza con il titolo e che ognuno sia indipendente e non abbia punti in comune con nessun altro, in modo che i cittadini possano realmente scegliere di realizzare il piano a loro più gradito.