IL 4 MARZO SI VOTA

Il voto è vicino. Il 4 marzo sarà sicuramente una data da ricordare, non solo perché molti cittadini hanno perso il senso della polis, sono delusi dagli atteggiamenti e dai comportamenti di buona parte dei politici, stufi di un susseguirsi di promesse impossibili fuori da una visione reale della società e valida solo per affascinare gli ingenui. Ma nonostante tutto bisogna fare una scelta, cercare nel programma soffocato da inutili generosità irrealizzabili, votare l'onesto, il corretto che propone programmi che si avvicinino maggiormente al nostro pensiero e ideale politico e - come diceva il nostro maestro Indro Montanelli - chiudiamoci il naso e votando osserviamo il nostro diritto – dovere.