LAVORATORI STRANIERI NELL'INDUSTRIA MILANESE

ALDAI-Federmanager: i lavoratori stranieri una presenza sempre più incisiva nell'industria milanese.

L'industria milanese ha fatto esperienza in questi anni di una sempre più incisiva presenza di lavoratori provenienti da Paesi UE ed extra UE – ha dichiarato Romano Ambrogi, presidente di ALDAI-Federmanager, la maggiore organizzazione territoriale del sistema Federmanager, polo di competenze e punto di riferimento per i servizi ai manager oltre che partner integrante del sistema industriale. 
Fare i conti e saper gestire questa realtà – prosegue Ambrogi – è un compito importante per i manager. Le conseguenze sociali sono altrettanto importanti: confrontando tra loro i dati del biennio 2014-2016, i livelli occupazionali nell’industria in Italia sono sostenuti dalla forza lavoro comunitaria. Mentre l’occupazione di provenienza UE è cresciuta del 14,7%, la componente italiana è calata dello 0,4% così come anche quella Extra UE del 2,1%. Ciò corrisponde a circa 300mila lavoratori regolari, cioè quasi il 10% dell'intera occupazione nel mondo dell'Industria. 
Dal punto di vista delle conseguenze sul sistema del welfare ribadiamo la nostra convinzione che occorra separare in modo netto e preciso l'assistenza dalla previdenza nella gestione INPS distinguendo le finalità proprie di ogni intervento
Andrea Sarto