Parenti: stagione non stop

Al Parenti la stagione teatrale continua, cioè a luglio inizia quella nuova, un'idea ardita per tenere la città sempre aperta, in sintonia con la gestione del Comune.

Sono quindi già disponibili gli abbonamenti. Dal 4 al 7 luglio, L'ho fatto per il mio paese, con Antonio Cornacchione e Lucia Vasini: un donchisciotte che sogna libertà e felicità per tutti, ma è sempre in lotta con gli spigoli della vita, rapisce una donna Ministro, raffinata e colta. L’urto di due mondi che agiscono entrambi per il proprio paese. Roberto Herlitzka, intenso interprete anche di film, dal 15 al 20 luglio porta in scena Casanova di Ruggero Cappuccio. Un mito moderno, che dietro la fama di seduttore vanesio rivela un grande scrittore, che ama le donne e sa ascoltarle. Il confronto con loro nel castello di Dux suscita tenerezze e autoironie, mentre Giacomo Casanova insegue un’idea di sé, tesa all’armonica condivisione del profondo con gli altri.

Dal 21 al 25 luglio quattro star del teatro italiano, Gianrico Tedeschi, Ugo Pagliai, Massimiliano Popolizio e Franco Branciaroli, l'autore, si trovano insieme per l’ultimo suo testo, Dipartita Finale. Una parodia, un gioco da ubriachi sulla condizione umana dei nostri tempi, con tre barboni e una Morte, che li va a trovare impugnando la falce. A morire, alla fine, è paradossalmente, la Morte, lo stesso Branciaroli.
Forse esistono dei reietti, soggetti diversamente maturi, che non muoiono. “Nell’era della scomparsa di Dio, in un orizzonte in cui la scienza è capace di protrarre la vita, non ci sono più valori assoluti, sociologici, morali.“ Dice Branciaroli, e Tedeschi: “sento un amaro, irridente humour nero, l’inutilità e il ridicolo dell’essere umano di fronte al mistero del ripetersi di nascite e morti”.

Fanno parte entrambi dell' abbonamento Grandi interpreti.

Grazia De Benedetti
Teatro Franco Parenti - via Pierlombardo 14, tel. 0259995206