SPECCHIO, SPECCHIO DELLE MIE BRAME CHI È LA PIÙ STRONZA DEL REAME?

Lo Spazio Nohma di Teresa Pomodoro, in via Orcagna 2, zona Politecnico alle 21.00 il 7 e l’8 marzo propone nella sua programmazione un musical off Broodway, esilarante e irriverente con adattamento italiano: “Disincantate! Le più stronze del Reame”. Rientra nell’ambito “Armonie e Suoni” patrocinato dal Comune di Milano e dalla Regione Lombardia. Migliore direzione musicale, migliore regia e coreografia, migliore spettacolo con partitura non originale ai BroadwayWorld Awards.

Mele avvelenate, scarpette di cristallo, castelli incantati, zucche che si trasformano in carrozze, principe azzurro… ma chi ne ha bisogno? Non Biancaneve con la sua banda di amiche scatenate. Che cosa accade se un branco di principesse prendono d’assalto il castello per riavere la propria vita indietro? Diventano disincantate e cercano di riscrivere le proprie storie dimostrando di non essere indifese e succubi.

Lo spettacolo nasce dall’idea di Dennis T. Giacino, un ex insegnante di storia che, durante una lezione sull’insediamento coloniale a Jamestown, in Virginia, si chiese: come sarebbe stata la vera Pocahontas nel 1616, rispetto all’immagine della ragazza giovane, dai lunghi capelli neri con la minigonna di pelle di cervo che abbiamo amato nel film di animazione del 1995? Ben presto l’autore si rese conto che anche le altre principesse erano ben lontane da ciò che sono diventate agli occhi di grandi e piccini.

Cenerentola, La Bella Addormentata, La Sirenetta, Mulan, Rapunzel, Biancaneve, Pocahontas, si esibiscono in gag comiche e numeri da vere star sfatando l’immaginario collettivo. E così nel musical le principesse dicono quello che non direbbero nelle favole che conosciamo e affrontano temi da sempre discussi e attuali. La diversità, l’emancipazione, lo sfruttamento dell’immagine, l’alcolismo o la paura di perdere la propria bellezza. Sono prima di tutto donne, pronte a farsi strada e a lottare per dare onore alla propria dignità, il tutto con ironia e un pizzico di malizia.

L’allestimento dello spettacolo semplice ma efficace, l’accompagnamento musicale di un pianoforte e il talento delle artiste tra le più quotate del panorama musicale italiano rendono “Disincantate!” il varietà pronto a incantare il pubblico e a dimostrare che una serata di puro divertimento possa anche far riflettere.

Giusi De Roma