INCONTRI MUSICALI CON L'ORCHESTRA BAROCCA DELLA CIVICA SCUOLA DI MUSICA CLAUDIO ABBADO - XIV EDIZIONE

In collaborazione con il Civico Museo degli Strumenti Musicali di Milano
26 maggio 2018 Acqua in musica
Orchestra Barocca della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado di Milano
Alfredo Bernardini, direttore

La rassegna Incontri Musicali con l'Orchestra Barocca della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado si conclude con il concerto intitolato Acqua in musica, diretto da Alfredo Bernardini.

In programma le tre suite che costituiscono la nota Water Music di Haendel (1715/1736). L'opera, la cui prima risale al 1717, fu composta su richiesta di Giorgio I d'Inghilterra, che amava particolarmente le passeggiate fluviali organizzate sul Tamigi, come tutta la nobiltà del Settecento, che, per gite sui fiumi o sul mare, chiedeva lavori adatti all'occasione.

Il concerto, che accompagnò il tragitto del re e della corte di Whitehall a Chelsea, con ritorno a palazzo di St. James, fu eseguito da cinquanta musicisti: vicino alla chiatta di Sua Maestà e degli amici intimi si trovava quella degli artisti, che suonavano ogni sorta di strumento. La musica era stata appunto composta dal celebre Haendel, principale compositore del re, a cui musica piacque talmente che ne chiese l'esecuzione tre volte.

La parte centrale del concerto, tra la prima e l'ultima suite, è dedicata alla Wassermusik di Telemann, opera strutturata in dieci movimenti, nata per celebrare il centenario dell'Ammiragliato di Amburgo nell'aprile del 1723. La suite parte dalla posizione geografica della città e si arricchisce con l'illustrazione di divinità mitologiche dell'acqua, che danno rilievo al tema nautico. L'ouverture inizia con la rappresentazione dell'oceano, prosegue con il risveglio della ninfa Teti, madre di Achille, l'innamoramento di Nettuno, il movimento giocoso delle Naiadi, il divertimento di Tritone, la potenza di Eolo, re dei venti, e la forza di Zefiro, dio dei venti dell'Ovest. I due movimenti finali raffigurano rispettivamente le maree di Amburgo e i suoi felici marinai.

Programma

George Frideric Handel, Water Music HWV 348
Suite I in fa maggiore HWV 348 (1715)

1. Ouverture (largo - allegro)
2. Adagio e staccato
3. Allegro
4. Andante - Allegro da capo
5. Passepied
6. Air
7. Bourrée
8. Hornpipe
9. Andante
10.Minuet I & II

Georg Philipp Telemann, Wassermusik. Hamburger Ebb und Fluth TWV 55 C3
1. Ouverture
2. Sarabande. Die schlaffende Thetis - doucement
3. Bourrée.
Die erwachende Thetis
4. Loure.
Der verliebte Neptunus
5. Die gegen verliebte Amphidritte
. Gavotte
6. Harlequinade.
Die scherzenden Tritonen
7. Der stürmende Aeolus

8. Menuet.
Der angenehme Zephir
9. Gigue.
Ebbe und Fluth
10. Canarie. Die lustigen Bootsleute

George Frideric Handel, Water Music
Suite II in re maggiore HWV 349 (1717)
Suite III in sol maggiore HWV 350 (1736)

1. Allegro
2. Alla Hornpipe
3. Sarabande
4. Rigaudon I &II
5. Menuet I & II
6. Gigue I & II
7. Minuet
8. Lentement
9. Bourrée

Orchestra Barocca della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado

Emanuele Gorla, Sara Campobasso, flauti traversieri
Ariadna Quappe, Ninon Dusollier,
flauti dolci
Maximiliano Pacheco,
tiorba
Luise Enzian, Margherita Burattini,
arpe
Serena Agostini, Cécile Blais,
clavicembalo
Victoria Melik, Jody Livo, Sara Zinzani, Artem Dzeganovskyi, Giorgia Gianna, Faez Torkaman,
violini
Leoluca Di Miceli, Eugenio Milanese, Natalia Duarte,
viole
Eliza Carew, Giacomo Biagi, Lucy Perth, Andrea Gelain,
violoncelli
Tommaso Fiorini,
contrabbasso
Erika Patrucco, Allyn Budka,
trombe naturali
Edoardo Bellini, Ermes Pecchinini,
corno naturali
Valerie Colen, Gabriel Gramesc, Andrés Medina, Mirjam Huettner,
oboi
Yoan Otaño,
fagotto
Alfredo Bernardini, direttore