I ME CIAMAVA PER NOME 44.787 - Risiera di San Sabba

Testo e regia Renato Sarti
Da testimonianze di ex deportati raccolte da Marco Coslovich e Silva Bon

Domenica 2 aprile, alle ore 19, il Memoriale della Shoah ospita lo spettacolo teatrale I me ciamava per nome 44.787 - Risiera di San Sabba, dedicato alla storia dell'unico lager nazista in Italia munito di forno crematorio.
L'ingresso, previa prenotazione, è gratuito.
Unico luogo di deportazioni a essere rimasto intatto in tutta Europa, il Memoriale si estende negli spazi sottostanti alla Stazione Centrale di Milano. Quest’area, che era originariamente adibita alla movimentazione dei vagoni postali, fu il luogo dove tra il 1943 e il 1945 centinaia di persone furono caricate su vagoni merci per essere deportate nei campi di concentramento e sterminio di Auschwitz-Birkenau e Bergen Belsen o nei campi italiani di raccolta di Fossoli e Bolzano.
Un luogo non solo per commemorare ma anche uno spazio per costruire il futuro e favorire la convivenza civile.
Un luogo per "ricordarsi di ricordare", per chi c’era, per chi c’è ora ma soprattutto per chi verrà.