Teatro dell'Elfo

Qualcosa di magico e fantasioso aleggia negli spettacoli dell'Elfo di dicembre, come si confà al mese natalizio, ma nello stile tipico del teatro

Si parla di tre angeli in Karmafulminien. Figli di puttini, dal 6 all'11, di e con Enrico Pittaluga, Graziano Siressi Luca Mammoli: non più custodi per tutta la vita, ma angeli aggressivi, pessimisti irrequieti, di cui gli uomini si servono per desideri effimeri “usa e getta per barcamenarsi tra le brutture della vita contemporanea. Dal 13 al 18, Week end, l'ultimo testo della trilogia di “teatro da camera” di Annibale Ruccello, considerato il più profondo e il migliore dell'autore napoletano. È un affascinante miscuglio di quotidianità, ricordi, desideri inconsci, la storia delicata e dura di un'insegnante claudicante, che vive o sogna di vivere esperienze sessuali con lo studentello e l'idraulico, che incrocia nel suo grigio fine settimana. Dal 13 dicembre all'8 gennaio non poteva mancare la felicità che regala Alice underground, che dal dicembre 2012 sorprende per le deliziose invenzioni sceniche, sospese tra tecnologia dei video e arte del disegno. Con trecento disegni originali, proiettati su una struttura bianca, con cui gli attori interagiscono e si moltiplicano, la coppia Bruni-Frongia esalta la magia e la visionarietà colorata delle opere di Lewis Carroll. Uno spettacolo di notevole spessore artistico e un'ora e mezzo di puro piacere visivo, di sorprese, di divertimento per bambini e adulti.
Grazia De Benedetti

ElfoPuccini - corso Buenos Aires 33 – tel.02.00.66.06.06 www.+elfo.org