Teatro Martinitt. “Tu che mi hai preso il cor”. L’amore protagonista di un balletto

Sarà l’amore protagonista assoluto di “Tu che mi hai preso il cor”, il balletto in un atto che andrà in scena Lunedì 26 settembre alle ore 21, presso il Teatro Martinitt di Milano, Via Pitteri 58.

L’amore, celebrato in tutte le sue forme, sarà celebrato a partire da quello adolescenziale, innocente e puro, fino a quello doloroso e triste, ma anche quello assoluto e ancora quello “diverso” e quello eterno che dura oltre la morte. A firmare regia e coreografia dello spettacolo è Francesco Borelli che attraverso la coreografia di stili differenti mira a sottolineare le diverse sfumature dell’amore, che così definisce: romantico e dolcissimo, tenero e fanciullesco, colorato come l’arcobaleno, o triste e cupo, destinato a ricadere su se stesso… E ancora: Che sia stata poesia, dramma, finzione, realtà… - continua Borelli- tutti noi abbiamo avuto modo di avere a che fare con l’amore. Poeti, scrittori, teatranti e cineasti hanno parlato d’amore, raccontato l’amore, sospirato e fatto sospirare, forse perché è un elemento imprescindibile della vita di tutti, forse perché è il sale della vita e da sempre il mondo va avanti in suo nome. Sul palco ci saranno altri artisti professionisti Salvatore De Simone, Sarah Diani, Anna Kolesarova che cura, inoltre, le coreografie di “I’d love to kill” e “Le pleasur d’amour”, Francesca Matrundola, assistente alle coreografie, Greta Mazza, Laura Paglialonga, Lorena Tamellini e Angelo Zizzi. I testi sono di Alessia Borelli, mentre la voce narrante è di Anna Rita Graziano.
Per prenotazioni e informazioni: www.teatromartinitt.it 
Manuelita Lupo