Teatro Carcano: PACTA InMatematica riflette sul mondo

Gli spettacoli in programma al teatro Carcano

Segnaliamo di Pacta, a dicembre, i due spettacoli di TeatroInMatematica, il progetto di Maria Eugenia D’Aquino, in scena al Teatro Carcano solo il 15, entrambi in matinée. Alle 11, Parallelismi: geometrie euclidee e non,  un testo  sulla Geometria di Euclide del 300 a.C, che ancora oggi affascina e stupisce. Attraverso  diversi atti unici si indagano le insospettabili analogie della geometria con il linguaggio teatrale: due killer in missione falliscono un attentato perché non pensano che la terra è uno spazio non euclideo; l’avvincente odissea del quinto postulato di Euclide; Amleto scopre, dietro il fantasma del padre, un messaggero giunto a rivelargli le differenze tra terza e quarta dimensione, tra vita letteraria e vita reale; la rilettura di un famoso racconto di fantascienza esplora le vertigini spazio-temporali dell’ipercubo.
Alle 15, con I numeri  primi e la crittografia, si va alla scoperta della storia dei numeri primi, le applicazioni nella vita quotidiana e soprattutto il loro lato enigmatico, tutti gli aspetti più affascinanti e curiosi di questa famiglia di numeri, considerati i mattoni di tutta la matematica. Come sempre, la regia è di Valentina Colorni, la drammaturgia di Riccardo Mini, con la consulenza matematica di Renato Betti del  Politecnico di Milano. 
GDB 

Due donne che ballano
Da mercoledì 9 a domenica 20 dicembre andrà in scena, al Teatro Carcano, lo spettacolo Due donne che ballano, interpretato dalle pluripremiate Maria Paiato e Arianna Scommegna. Lo spettacolo ha debuttato in prima nazionale il 24 novembre al Teatro Sociale di Bergamo. Una donna anziana e una giovane chiamata a farle da badante. Si odiano e si detestano perché sono simili; ognuna ha bisogno dell’altra, e, nella solitudine delle rispettive vite, sono l’una per l’altra l’unica presenza confortante. Consumano le poche ore alla settimana che passano insieme confessando di sé quello che solo a un estraneo si riesce a confessare. Ballano. Ballano la danza dell’esistenza dura e difficile di chi porta dentro una sofferenza ma fuori esibisce una faticosa immagine di forza. E per questo ballo non ci sono cavalieri, mariti, padri o figli ad accompagnarle. Ma solo due donne che ballano. Veronica Cruciani (regista) racconta una minuscola storia come tante ne accadono nei grandi condomini di qualsiasi città,un microcosmo, un ecosistema esistenziale, che attraverso la scrittura di Benet I Jornet diventa un modo gentile, amaro e profondamente ironico di raccontare un’intera società, in cui le persone difficili e scomode sono estromesse e confinate ai margini, ad affrontare in solitudine la pista da ballo del proprio destino.
Si.Re.

LOCANDINA

15 dicembre, ore 11Parallelismi: geometrie euclidee e non
15 dicembre, ore 15: I numeri  primi e la crittografia, con Maria Eugenia D’Aquino, Vladimir Todisco Grande 
Dal 9 al 20 dicembre: Due donne che ballano, con Maria Paiato e Arianna Scommegna. Regia di Veronica Cruciani.
Corso di Porta Romana, 63 tel: 02 - 55181377