Teatro Elfo Puccini

Un gradito ritorno, tre anni di tutto esaurito all'Elfo, è quello di “Road Movie” di Godfrey Hamilton, a cavallo tra marzo (28) e aprile (9).

Il testo parla di paura dell'amore, perdita, morte, attraverso l'avventura coast to coast di un giovane gay, interpretato dal bravo Angelo Di Genio, che dà voce e corpo a  tutti i personaggi. I mille incontri su questa strada dell'anima lo cambiano profondamente. Dal 4 al 9 aprile, tutt'altro registro con “N.E.R.D.s sintomi” di Bruno Fornasari: una commedia dal cuore nero, che parte dalla famiglia tradizionale, quattro figli che si ritrovano per festeggiare i 50 anni di matrimonio dei genitori, per raccontare il rovescio di questo nucleo in apparenza rassicurante, ma impastato di egoismi e silenzi pronti a esplodere.
Che significa essere maschi oggi? Dal 6 al 9 aprile, nello spettacolo  “Il maschio inutile” i quattro della Banda Osiris cercano di rispondere, costituendo un gruppo di auto-aiuto, in cui, col contributo di un  narratore di storie, Federico Taddia e di uno scienziato dell'evoluzione, Telmo Pievani, analizzano il ruolo maschile e i suoi gironi infernali. Tanti linguaggi diversi, musica, comicità, satira, storie vere per raccontare l'evoluzione del sesso e le sue stranezze. 
Con “Lear di Edward  Bond”, riscrittura contemporanea dell'opera di Shakespeare, va in scena, dal 18 aprile al 7 maggio,  una riflessione sul rapporto tra uomo e potere, che la regista Lisa Ferlazzo Natoli traduce in una grande favola nera.  Nella coproduzione Teatro di Roma e Teatro dell'Elfo, 35 personaggi per 8 attori, su un palcoscenico nudo, un cantiere dall'anima di ferro, sempre sul punto di crollare, agiscono in un susseguirsi di violenze, orrori, guerre. Tre diverse stagioni politiche, che profeticamente prevedono la costruzione di un muro.
Grazia De Benedetti
ElfoPuccini-corso Buenos Aires 33, tel.02/00660606