Buona la seconda

Gli anticipi: la Juve ha battuto la Lazio all'Olimpico per 0-1, mentre il Napoli, dopo il mezzo passo falso di Pescara, ha abbatuto l'aeroplanino e il suo Milan.

Seconda giornata di Serie A e la Juve non sembra affatto diversa da quella degli anni scorsi: Khedira fa il talismano, segnando la sua seconda rete in due partite, atterrando la Lazio.
Dopo un primo tempo equilibrato e senza emozioni, nella ripresa ci pensano i campioni in carica a ravvivare il match con le occasioni  di Dybala e Mandzukic, che ha poi lasciato il posto a Higuain. La scossa arriva però al 66° con Dybala che illumina Khedira il quale, in aria di rigore, supera Marchetti con un diagonale raso terra. Per il tedesco, che si è confermato un vero e proprio portafortuna di Max Allegri, sono 21 le vittorie sulle 22 giocate in bianconero: se dovessero continuare questi numeri e se dovesse giocare tutte le partite della stagione, sappiamo già a chi andranno Scudetto e Coppa Italia (in Champions non azzardiamo previsioni!). 
Il secondo anticipo vede il Milan far visita al Napoli di Sarri, che vuole dimenticare il pareggio sul campo del Pescara. In 33 minuti gli uomini di Sarri sono avanti già di 2 reti grazie alla doppietta di Milik, che vuole segnare tanto facendo dimenticare il Pipita. Serata molto ispirata per Mertens che ha più volte impegnato Donnarumma. Nei primi 10 minuti della ripresa Niang e Suso mettono momentaneamente le cose in equilibrio, con due bellissime reti, in particolare quella dello spagnolo, alla prima rete in Serie A con la maglia rossonera. 74° minuto: gol del 3-2 di Callejon su respinta di Donnarumma sul tiro del solito Mertens. Si chiude tutto al minuto 94 con l'autogol rocambolesco di Romagnoli, con il Milan in 9 per le espulsioni di Kucka e Niang, che hanno fatto infuriare Montella. 
È presto per dirlo, ma la Juventus è già prima; si aspettano le risposte di Roma e Inter, in campo questa sera. 

Ecco il programma di oggi:
18,45 Inter-Palermo
20,45 Cagliari-Roma; Crotone-Genoa; Fiorentina-Chievo; Sampdoria-Atalanta; Sassuolo-Pescara; Torino-Bologna; Udinese-Empoli.

Il punto sul mercato: a pochi giorni dalla fine del calcio mercato, la Juve, salutando Zaza, che è andato al West Ham, aspetta un centrocampista; i nomi sono sempre i soliti (Matuidi, Sissoko, Brozovic). Il Napoli è alla ricerca di un difensore centrale, dopo l'arrivo a centrocampo di Rog e Diawara. Anche la Roma cerca un centrocampista e si fanno i nomi di Moutinho e Taider. Galliani ha chiuso ufficialmente il mercato rossonero con l'arrivo di Pasalic. L'Inter attende invece la decisione di Gabigol del Santos, dopo che è arrivata l'ufficialità di Joao Mario (45 milioni allo Sporting Lisbona).
Fabio Amoruso