Due pareggi soddisfacenti

Dopo le vittorie della settimana scorsa contro Chievo e Napoli, Inter e Milan hanno chiuso il 2014 con due pareggi contro le romane.

La squadra di Inzaghi è scesa in campo all'Olimpico contro la Roma sabato 20 alle 20.45. E' stato un test importante per i rossoneri, che hanno ricevuto segnali positivi dal campo. Il Milan ha affrontato la gara a viso aperto, esprimendo un buon calcio contro la seconda in classifica, che non è stata capace di produrre tanto contro una difesa molto organizzata. Il “diavolo” è riuscito a creare molte occasioni da gol senza mai concretizzare quanto creato; forse l'unico rammarico per Pippo Inzaghi è proprio la mancanza di lucidità sotto porta. Nota negativa: è l'espulsione di Armero per doppia ammonizione.
L'Inter invece ha giocato nel posticipo di domenica 21 alle 20.45 contro la Lazio. Il risultato è stato 2-2 ma in tutto il primo hanno dominato i biancoceleste: dopo appena 2 minuti la squadra capitolina è passata in vantaggio con un bel gol del talento brasiliano Felipe Anderson, che ha raddoppiato il vantaggio al 37° minuto con un'azione personale da urlo, facendo fuori tutta la difesa nerazzurra. Dopo un primo tempo segnato da una supremazia laziale, scende in campo un'Inter completamente diversa; dopo 20 minuti il solito Kovacic inventa, sugli sviluppi di un corner, un tiro al volo dal limite dell'area di rigore davvero spettacolare che si insacca alla destra del portiere. A 10 minuti dalla fine Rodrigo Palacio finalmente si sblocca segnando il gol del pareggio, su uno schema da calcio di punizione.
Le due milanesi hanno così raccolto due pareggi importanti, meritati contro due squadre in gran forma.
Inter e Milan potranno concentrarsi ora sul mercato, che aprirà tra meno di due settimane: l'Inter sembra essere vicina a Cerci dell'Atletico Madrid, ma sul giocatore veglia anche il Milan, interessato anche a Destro e Okaka.
Dopo la sosta natalizia, il 6 gennaio, il Milan affronterà il Sassuolo a San Siro, mentre l'Inter farà visita alla capolista Juventus, che è campione d'inverno.
Fabio Amoruso