Il Milan rialza la testa. Inter 2016 out.

La prima giornata del girone di ritorno della serie A vede i rossoneri battere la Fiorentina a San Siro nel posticipo di domenica, mentre i nerazzurri, salvati solamente da uno strepitoso Handanovic, portano a casa un punto dalla trasferta di Bergamo. Vediamo tutti i risultati di questa prima di ritorno.

Si parte sabato alle 15 con Atalanta-Inter, terminata 1-1 grazie a due autogol nel primo tempo: i padroni di casa vanno in vantaggio grazie al regalo di Murillo, imitato da Toloi poco dopo. Dopo ciò i nerazzurri diventano sterili, non riuscendo più a vedere lo specchio della porta: solo le sensazionali parate di Handanovic, in 3 o 4 occasioni provvidenziale, consentono agli ospiti di portare a casa il punto. Amarezza per gli uomini di Reja che meritavano certamente qualcosa in più. 
Alle 18 comincia l'"Immobile-bis" a Torino: l'attaccante napoletano torna al Toro dopo un anno e mezzo in giro per l'Europa. Il secondo esordio in granata dell'ex Borussia Dortmund e Siviglia, contro il Frosinone, inizia alla grande con il gol al 9° minuto da calcio di rigore. I laziali pareggiano grazie al gol di Sammarco. Il primo tempo però termina 3-1 grazie alla doppietta di Belotti. A un quarto d'ora dalla fine l'autogol di Avelar da false speranze al Frosinone, che subisce il gol di Benassi a 8 minuti dalla fine. 
Alle 20,45 il Napoli si conferma capolista battendo per 3-1 il Sassuolo: al momentaneo vantaggio di Falcinelli da rigore, rispondono Callejon e la doppietta di Higuain, al 20° centro in 20 partite in questa stagione. 
Alle 12,30 di domenica il Palermo perde malamente lo scontro salvezza contro il Genoa: 4-0 con i gol di Suso, Pavoletti (doppietta) e Rincon. 
Nei match delle 15 la Juventus espugna il nuovo Dacia Stadium (l'ex Friuli) battendo l'Udinese per 0-4 grazie alle reti di Dybala (doppietta), Khedira e Alex sandro, tutte nel primo tempo. Esordio agrodolce per Spalletti sulla panchina della Roma che pareggia 1-1 all'Olimpico contro il fanalino di coda Verona: a segno Naingollan al minuto 41 e Pazzini al 61°. 
Chievo-Empoli finisce 1-1: le due squadre che, insieme al Sassuolo, stanno sorprendendo in questa stagione, pareggiano 1-1; in gol Paloschi nel primo tempo e Tonelli nella ripresa.
Il Carpi batte la Sampdoria per 2-1 grazie ai gol di Lollo e Mbakogu, intervallati dal momentaneo pareggio di Correa. 
L'ultima partita delle 15, ultima non per importanta, è Bologna-Lazio: i biancocelesti rimontano il 2-0 firmato da Giaccherini e Destro nel primo tempo; il rigore di Candreva, causato da Masina, espulso, e il gol di Lulic fa dividere la posta in gioco. 
Gli uomini di Mihajlovic tornano al successo contro uno dei club che punta alle zone nobili della classifica: la Fiorentina. Grazie ai gol di Bacca, al 4° minuto, e Boateng, tornato in rossonero dallo Shalke 04, all'88° il Milan si piazza al sesto posto. 
Napoli sempre primo con 44 punti, seguito da Juve (42), Inter (40), Fiorentina (38), Roma (35) e Milan (32). 
Zona calda anche quella retrocessione a partire da Samp e Bologna (23 punti), precedute da Genoa (22), Palermo (21), Carpi (17), Frosinone (15) e Verona (9). 
Per il prossimo turno consigliamo di seguire i seguenti match: Fiorentina-Torino, Sampdoria-Napoli, il derby emiliano Sassuolo-Bologna e Juventus-Roma.
Fabio Amoruso