L'Inter non vince più. Il Milan respira.

Nella 9^ giornata, l'Inter ha affrontato il Palermo allo stadio Barbera, nell'anticipo delle 20,45 di sabato, mentre il Milan ha ospitato il Sassuolo.

I nerazzurri vogliono tornare alla vittoria che manca ormai da un mese, ma il Palermo non è un avversario semplice da affrontare, soprattutto in casa; infatti i rosanero collezionano due buone occasioni da gol intorno alla mezz'ora del primo tempo, con il colpo di testa di Gilardino e il tiro di Vazquez. Le squadre vanno negli spogliatoi sullo 0-0 senza riuscire a donare emozioni importanti agli spettatori. La ripresa di apre con una buona punizione di Jovetic (minuto 50) parata molto bene da Sorrentino. Dieci minuti dopo Biabiany riesce a mettere davanti alla porta Ivan Perisic che insacca e porta in vantaggio i suoi. La gioia degli uomini di Mancini dura poco, perché al minuto 66 Gilardino pareggia i conti sugli sviluppi di un corner, mettendo in rete una palla vagante in area. Il match regala qualche altra occasione da ambo le parti e l'espulsione di Murillo (Inter), ma il risultato resta 1-1. L'Inter ha confermato di essersi persa dopo l'avvio sprint delle prime giornate di campionato, e se Jovetic, ma soprattutto Icardi non trovano i gol diventerà davvero dura lottare per lo scudetto, o almeno per le zone nobili della classifica.
Il Milan riesce finalmente a vincere. Alle 15 di domenica, contro il Sassuolo, Mihajlovic lancia dal primo minuto il portiere sedicenne Donnarumma. La partita cambia alla mezz'ora, quando Consigli atterra Cerci nell'area di rigore, causando il penalty e guadagnandosi il cartellino rosso: per tentare di parare il tiro entra Pegolo, al posto di Floro Flores, ma è tutto inutile, Bacca porta in vantaggio i rossoneri. I padroni di casa riescono a controllare il match per tutto il primo tempo, ma a inizio ripresa (minuto 53) arriva il pareggio di Berardi che da punizione da lunga distanza insacca Donnarumma. Il Milan non si arrende e tra il 75° e il 79° colleziona tre occasioni con Luiz Adriano, Antonelli e Bacca, ma il risultato resta in parità fino al minuto 86: Bonaventura crossa da calcio d'angolo e pesca proprio Luiz Adriano che col suo colpo di testa sigla il 2-1 finale. 
Nella prossima giornata i nerazzurri faranno visita al Bologna, mentre i rossoneri dovranno trovare continuità nel match contro il Chievo Verona. 
Fabio Amoruso